GIROLAMO DA MARTINENGO

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Condottieri di ventura

1033      GIROLAMO DA MARTINENGO  (Girolamo Tadini) Fratello di Gabriele, cugino di Fabrizio, genero di Ludovico Gonzaga da Bozzolo.

+ 1527 (agosto)

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1513  

 

 

 

 

 

 

 

 

Sett. Venezia Spagna Milano  

 

Lombardia

Prende parte alla difesa di Crema. E’ sconfitto con il fratello Gabriele nei pressi di Bergamo.

1514  

 

 

 

 

 

 

 

 

Ago.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Batte gli sforzeschi ad Ombriano. E’ ferito nel combattimento; poiché a Crema non vi sono medici chiede un salvacondotto a Prospero Colonna per potere lasciare la città e farsi curare altrove.

1522  

 

 

 

 

 

 

 

 

Apr. Venezia Impero  

 

Lombardia

Viene chiamato con Giovanni Sarasino (200 fanti) alla difesa di Bergamo dal podestà Giovanni Vitturi.

Lug.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Al termine della guerra è licenziato con i suoi 123 fanti.

1524  

 

 

 

 

 

 

 

 

Apr. Venezia Francia  

 

Lombardia

Riassunto dai veneziani, si muove ancora nel cremasco, per difenderne il territorio dalle incursioni dei francesi provenienti da Lodi.

Giu.  

 

 

 

 

 

 

 

Il Consiglio dei Dieci gli riconosce una provvigione di 10 ducati per paga, per otto paghe l’anno.

Ott.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Gli è consegnato del denaro per raccogliere 200 fanti.

1525  

 

 

 

 

 

 

 

 

Nov.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Si trova a Martinengo.

1526  

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug. Venezia Impero 200 fanti Lombardia

Si porta a Quinzano d’Oglio con la sua compagnia; si sposta, successivamente, al campo di Melegnano.

Ago.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Affianca Malatesta Baglioni all’assedio di Cremona; partecipa all’assalto alle mura cittadine, verso Porta Moso, inquadrato nella batteria di Camillo Orsini. L’attacco fallisce ed alla rassegna successiva si contano fra i suoi uomini due morti, nove feriti ed un disertore.

Sett.  

 

 

 

63 fanti Lombardia

E’ inviato con Giorgio Sturion a Lodi; si unisce con Giorgio di Vailate e con  tale capitano si dirige contro Pizzighettone. Entra nei borghi, ove è sorpreso dal fuoco degli archibugieri nemici che infliggono notevoli perdite ai veneziani. Respinto con la morte di Giorgio di Vailate, è costretto a ritirarsi oltre il Po.

Dic.  

 

 

 

200 fanti Lombardia

A Palazzolo sull’Oglio, alla rassegna tenuta dal provveditore generale Domenico  Contarini.

1527  

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Lombardia

A Rivolta d’Adda. 50 archibugieri della sua compagnia effettuano una scorreria nel Monte di Brianza e catturano alcuni saccomanni.

Mag.  

 

 

 

250 fanti Lombardia

A Crema.

Giu.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Alla difesa di Lodi.

Ago. Impero Venezia  

 

Liguria

Segue il fratello Gabriele alla difesa di Genova;   muore in combattimento.

 CITAZIONI

Alla battaglia di Ombriano “Hieronimo gientil forte, e pregiato/ pel campo si vedea come uno uccello,/ girar hora questo, hor da quel lato/ donando a li nemici aspro flagello/ tal ch’era tutto quanto insanguinato/ né par si curi ben ch’assai se affanni/ per tanti grandi insulti, e gravi danni.” DEGLI AGOSTINI

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email