FABRIZIO DA MARTINENGO

0
1699

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

FABRIZIO DA MARTINENGO  (Fabrizio Tadini)

Cugino di Gabriele da Martinengo e di Girolamo da Martinengo.

  • 1527 (agosto)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1523
Ott.VeneziaFrancia200 fantiLombardiaA Soncino con falcone da Salò allo scopo di controllare i movimenti delle truppe di Renzo di Ceri.
1524
Feb.Lombardia

Attraversa l’Adda agli ordini del capitano generale della Serenissima, il duca di Urbino Francesco Maria della Rovere.  Al  campo di Binasco.

Giu.LombardiaIl Consiglio dei Savi gli concede una provvigione di 10 ducati per paga, per otto paghe l’anno.
Ott.LombardiaGli è consegnato del denaro per raccogliere 200 provvigionati.
1525
Nov.VeneziaImperoLombardiaA Romano di Lombardia con alcuni cavalli leggeri. ha l’incarico di sorvegliare i movimenti degli imperiali sul confine.
1526
Feb.Lombardia

A Crema. Prende parte ad una grande cena organizzata da Malatesta Baglioni, cui sono presenti molti altri capitani (14 portate per 80 commensali).

Mag.VenetoViene trasferito a Treviso.
Lug.200 fantiLombardiaAl campo di Melegnano.
Ago.Lombardia

All’assedio di Cremona. Partecipa con 180 uomini all’assalto alle mura verso Porta Moso inquadrato nella batteria di Camillo Orsini: l’attacco fallisce ed alla rassegna successiva, tra i suoi uomini, si contano solamente 5 feriti.

Sett.68 fantiLombardia
Dic.200 fantiLombardiaA Palazzolo sull’Oglio alla rassegna tenuta dal provveditore generale Domenico Contarini. E’ licenziato con la sua compagnia.
1527
Apr.LombardiaRiassunto, viene inviato alla difesa di Lodi dal podestà di Crema Andrea Loredan.
Mag.250 fantiLombardia
Lug.LombardiaGli imperiali riescono ad eludere la sua sorveglianza e mettono a sacco a Formigara la villa di Renato da Trivulzio.
Ago.ImperoVeneziaLiguria

Segue i cugini Girolamo e Gabriele alla difesa di Genova. Muore in combattimento. E’ sepolto con il cugino Girolamo a Crema nella chiesa di San Domenico.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi