SFORZA BAGLIONI

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

SFORZA BAGLIONI  Fratello di Braccio.

+ 1532 (settembre)

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avvesario Condotta Area attività Azioni intraprese ed altri fatti salienti
1507
Sett. Umbria

Vince a Perugia una giostra organizzata da Giampaolo Baglioni.

1511
Apr. Umbria

Affianca Gentile Baglioni nel sedare in Perugia un tumulto sorto tra i Signorelli ed i Baldeschi, causato dall’ uccisione di Pandolfo Signorelli da parte dei secondi.

1513
Mar. Lazio

Con Ottaviano Signorelli segue a Roma Giampaolo Baglioni per rendere omaggio al papa Leone X.

1521
Ago. Toscana

Accompagna a Firenze Gentile Baglioni con il fratello Galeotto.

1522
Gen. Perugia Comp. ventura Umbria

Appoggia Gentile Baglioni alla difesa di Perugia allorché la città cade nelle mani di Malatesta e di Orazio Baglioni. Negli stessi giorni con i fratelli Galeotto e Braccio ed Alessandro Vitelli uccide a quattro miglia da Città di Castello tre figli di Giovanni Orso da Montesperelli i quali, già confinati a Città di Castello, hanno ottenuto il permesso di rientrare in Perugia.

Primavera Umbria

In lotta con i congiunti, devasta il contado di Panicale con Gentile Baglioni. Malatesta ed Orazio Baglioni protestano con vigore; intervengono i fiorentini a rappacificare le parti. A fine gennaio 1524 viene fatto incarcerare a Roma con Orazio e Gentile Baglioni dal nuovo pontefice Clemente VII.

1525
Feb. Toscana

E’ segnalato sulle rive dell’Arno per una partita di caccia con Niccolò Vitelli.

1527
Ago. Impero Francia Firenze Umbria e Marche

Riesce a sfuggire alle insidie che gli sono tese da Orazio Baglioni. Entra in Camerino con quattro insegne di fanti colonnesi e vi previene le truppe della lega.

1528 Fuoriusciti Perugia Umbria

Su istigazione del papa Clemente VII molesta nel perugino  Malatesta Baglioni con il fratello Braccio e Pirro Colonna.

1529
Apr. Impero Perugia Firenze Umbria

Segue il principe d’ Orange nella sua spedizione contro Perugia; entra in Assisi con 1000 fanti e 150 cavalli e scaccia dalla rocchetta e dalla chiesa di San Francesco il presidio che vi è staro lasciato da Malatesta Baglioni. Giunge, poi, a Bevagna ed a Montefalco; scorrazza nel perugino fino a Colle ed a San Gilio.

Sett. Umbria

Dopo l’accordo separato di Malatesta Baglioni con il pontefice gli è negato il permesso di rientrare in Perugia.

1530
Feb. Emilia

Si trova a Bologna all’ incoronazione dell’ imperatore Carlo V.

Estate Umbria

Lascia Assisi a seguito dell’ uccisione, a colpi di archibugio, di Fiorano del Grasso e di un altro rivale politico.

1531
Sett. Emilia Uccide un familiare di Pirro Colonna. E’ sfidato a duello. La disputa non ha luogo a Correggio, luogo prescelto, a causa dell’assenza di Alfonso d’Avalos che ne impedisce l’effettuazione.  Lascia il modenese con i suoi scherani.
1532
Gen. Lazio

A Roma.

Feb.

Intenta un processo a Rodolfo Baglioni per contestargli l’eredità paterna.

Ago. Impero Impero Ottomano Germania e Austria

Segue a Ratisbona ed a Vienna il cardinale Ippolito dei Medici per combattere i turchi.

Sett. Austria

Alla difesa di Vienna. Muore per un colpo accidentale di artiglieria. E’ sepolto a Perugia con il fratello Galeotto. Per i suoi funerali, cui sono presenti tutte le autorità cittadine, vengono spesi 500 scudi.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email