SELVATICO BOIARDI

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

SELVATICO BOIARDI  (Selvatico da Rubiera)  Signore di Rubiera e di Meldola. Padre di Gherardo e di Ugo, suocero di Gherardo Rangoni.

+ 1396

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1354  

 

 

 

 

 

 

 

 
Giu.  

 

 

 

 

 

Emilia

Si impadronisce di Rubiera a seguito della cattura di Feltrino Gonzaga in Verona da parte di Cansignorio della Scala.

…………..  

 

 

 

 

 

Emilia

Consegna Rubiera all’ arcivescovo di Milano Giovanni Visconti in cambio di una buona provvigione.

1362  

 

 

 

 

 

 

 

 
Lug. Milano Ferrara  

 

Emilia

Milita agli stipendi di Bernabò Visconti. E’ raggiunto a Rubiera dagli estensi condotti da Niccolò Roberti; gli consegna  rocca e castello.

Ago. Padova Milano  

 

 

 

 
………….. Ferrara  

 

 

 

 

 

 
1365  

 

 

 

 

 

 

 

 
Apr.  

 

 

 

 

 

Emilia

Gli sono riconosciuti dal marchese di Ferrara, a nome dei pontifici, 1096 ducati di cui è creditore nei confronti dei Visconti.

1367  

 

 

 

 

 

 

 

 
Apr.  

 

 

 

 

 

Emilia

Ottiene in feudo Rubiera.

Ott.  

 

 

 

 

 

Lazio

Accompagna a Roma Niccolò d’Este in occasione dell’ ingresso nella città del papa Urbano V. Viene armato cavaliere dagli speroni d’oro.

1369  

 

 

 

 

 

 

 

 
Feb.  

 

 

 

 

 

 

 

E’ compreso nella pace tra viscontei e scaligeri alleati dei pontifici.

1371  

 

 

 

 

 

 

 

 
Gen.  

 

 

 

 

 

Emilia

E’ contattato a Rubiera da Gabriele Cavasacchi per togliere la signoria di Reggio Emilia a Feltrino Gonzaga. Il progetto è approvato da Niccolò d’Este.

Mag. Ferrara Reggio Emilia  

 

Emilia

Con Bichino da Marano affianca Lucio Lando nella conquista di Reggio Emilia.

Sett.  

 

 

 

 

 

 

 

Consegna Rubiera ai pontifici ed ottiene in cambio Meldola.

1377  

 

 

 

 

 

 

 

 
Mar. Ferrara  

 

Capitano g.le Romagna

E’ inviato a Faenza a prendere possesso della città, venduta al marchese di Ferrara dal cardinale Roberto di Ginevra per 40000 fiorini.

Apr.  

 

 

 

 

 

Romagna

E’ nominato governatore di Faenza.  Giovanni Acuto lascia la città, rimasta in potere del condottiero inglese per un anno e ventinove giorni.

Lug. Ferrara Milano Firenze  

 

Romagna

E’ scacciato da Faenza da Astorre Manfredi con l’aiuto di milizie fiorentine e milanesi. Il Boiardi si rifugia nella fortezza e si arrende a patti dopo venti giorni.

1389  

 

 

 

 

 

 

 

 
Ott.  

 

 

 

 

 

 

 

E’ dichiarato proprio aderente dagli estensi.

1395 Ferrara Este Capitano g.le Emilia

Ha il comando delle truppe contro Francesco da Sassuolo; occupa Fiorano Modenese.

1396  

 

 

 

 

 

Emilia

Niccolò d’Este gli dona un palazzo in Ferrara e beni immobili nel contado. Muore nello stesso anno.

 CITAZIONI

” Fu Capitano stimatissimo.” AZZARI

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleSFORZA BAGLIONI
Next articleSIGISMONDO BRANDOLINI
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email