SFORZA MONALDESCHI

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

SFORZA MONALDESCHI  (Sforza da Orvieto, Sforza da Cervara). Del ramo dei Monaldeschi della Cervara. Signore di Trevinano. Genero di Gentile Baglioni.

  • 1560 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1528ChiesaOrsini 

 

Lazio

Affianca Girolamo Orsini contro l’abate di Farfa Napoleone Orsini.

1530ChiesaFirenze 

 

Toscana

Prende parte all’assedio di Firenze.

1534
Mag.FarnesePitiglianoToscanaComanda le truppe di Pier Luigi Farnese in un breve conflitto con il conte di Pitigliano Giovan Francesco Orsini.
Sett.ChiesaComp. ventura50 cavalliUmbria

Milita al servizio del papa Paolo III;  respinge da Perugia Rodolfo Baglioni che vuole impadronirsi della città.

1535 

 

 

 

 

 

Umbria

A Collelungo con Giovambattista Savelli; scaccia Rodolfo Baglioni dalla località.

1536

Apr. 

 

 

 

50 lanceEmilia

Si trova a Piacenza. Con Guido Rangoni e Niccolò da Tolentino non interviene allorché i fanti francesi di Giovanni di Torino e di Piero Corso saccheggiano il territorio di Gossolengo. Si oppone anche ad iniziative degli abitanti volte a colpire i razziatori.

Mag.ChiesaRangoni 

 

Emilia

Con Niccolò da Tolentino ed Alessandro da Terni segue il Rangoni a Roccabianca per convincere il fratello di quest’ultimo, Ludovico, a cedere ai pontifici.

1538ChiesaUrbino 

 

Marche

Contrasta i della Rovere nella guerra di Camerino.

1540ChiesaPerugiaUmbria

1541ChiesaColonna 

 

Lazio

Ha il comando di un colonnello di fanti nella guerra contro Ascanio Colonna. Occupa alcuni castelli.

1544Romagna

Alla guardia di Rimini.

1545Emilia

Al governo di Parma.

1546ChiesaProtestanti 

 

Germania

E’ inviato in soccorso degli imperiali in Germania;  combatte i luterani del duca di Sassonia: è il primo capitano a fare alcuni prigionieri. A Nordlingen il duca d’Alba   comanda a lui ed al marchese Malaspina di muoversi con 50 cavalli leggeri ciascuno per provocare i nemici in continue scaramucce. I due capitani sono affrontati da 1000 arbibugieri a cavallo sassoni comandati dal barone Brocardo e da Ernesto Cranswick. Questi ultimi si danno ad una precipitosa fuga: i tedeschi sono così assaliti da Giovambattista Savelli e da Guidobaldo della Rovere.

1550ChiesaPitiglianoLazioSi trova alla guardia di Acquapendente;  difende la località dagli attacchi del conte di Pitigliano Nicola Orsini.
1551FranciaImperoLazioAffianca il duca Ottavio Farnese nella guerra di Parma: ha il comando di un colonnello di fanti.
1552
Mag.FranciaImpero FirenzeToscanaFavorisce l’accordo fra senesi e francesi ai danni degli imperiali e dei fiorentini. Si impadronisce della cittadella di Siena;  scaccia gli spagnoli dal convento e dalla chiesa di San Domenico dove costoro si sono asserragliati.
Ago.ToscanaIl Brissac lo invia alla volta di Orbetello per impadronirsi di tale località. Seguono alcune scaramucce al cui termine è costretto ad abbandonare le operazioni.
1554FarneseLazioHa l’incarico di governatore di Castro dal duca Ottavio Farnese.
1555FranciaImpero Firenze100 cavalliToscanaOttiene da Piero Strozzi il comando di 100 cavalli e di numerosi fanti. Occupa Pienza, soccorre i difensori di Radicofani ed obbliga Chiappino Vitelli a retrocedere.
1557UmbriaViene confinato dai pontifici ad Orvieto in occasione del conflitto che oppone il papa Paolo IV agli imperiali.
1560UmbriaMuore ad Orvieto. Sposa Deianira Baglioni, figlia di Gentile.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.