PANTALEONE DA PERUGIA

0
1889

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1435      PANTALEONE DA PERUGIA  (Pantaleone del Menna, Panto da Perugia)

  • 1550 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1526
Lug.VeneziaImpero200 fantiLombardiaMilita nella compagnia di Malatesta Baglioni.
Ago.Lombardia

Segue Malatesta Baglioni alla conquista di Cremona. A fine mese partecipa con 180 uomini all’assalto alle mura verso la Porta Po inquadrato nella batteria dello stesso Baglioni. L’attacco fallisce ed alla rassegna successiva tra i suoi fanti si contano 5 morti, 7 feriti ed 8 disertori.

Dic.200 fantiLombardiaA Palazzolo sull’Oglio alla rassegna tenuta dal provveditore generale Domenico Contarini.
1527
Mag.ToscanaAffianca in Toscana il provveditore generale Alvise Pisani.
1528
……..Campania
Dic.205 fantiPugliaAlla difesa di Trani.
1529
Giu.PugliaGli è affidato anche il comando della compagnia di Melo da Perugia, morto di recente di peste.
Lug.Puglia

E’ inviato da Camillo Orsini con Francesco da Casale a Ruvo di Puglia (200 fanti e 40 cavalli) per svaligiarvi 65 cavalli imperiali alloggiati in un monastero del posto: catturato dagli avversari senza troppa resistenza, è condotto ad Andria dove alcuni suoi uomini muoiono di peste e di fame. Rilasciato, è licenziato con tutti i suoi uomini dal provveditore Giovanni Vitturi.

Sett.VeneziaImpero176 fantiPugliaRiassunto, ritorna a Trani. Nel periodo la sua provvigione ascende a 25 scudi per paga, per otto paghe l’anno.
1530
Mar.Puglia e VenetoAlla conclusione delle ostilità lascia Trani e si reca a Venezia allo scopo di reclamare il saldo delle sue spettanze.
1540
……..FirenzeToscanaMilita agli ordini del signore di Perugia Rodolfo Baglioni.
Mag.PerugiaChiesaToscana ed UmbriaEsce da Cortina e si trasferisce alla difesa di Perugia minacciata dalle truppe del papa Paolo III.
Giu.Umbria

Sorprende a Ponte Pattoli alcune schiere di Alessandro Vitelli: molti sono i morti tra i pontifici carichi di prede; molti sono pure i fanti spagnoli condotti prigionieri a Perugia.

1550Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi