GUIDO DA BAGNO

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

GUIDO DA BAGNO  (Guido da Modigliana, Guido Guidi) Conte. Signore di Bagno di Romagna, Verghereto.

Figlio di Riccardo, padre di Pietro, zio di Riccardo.

+ 1407 (gennaio)

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avvesario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

………….. Milano  

 

 

 

 

 

Milita al servizio di Bernabò Visconti.

1370  

 

 

 

 

 

 

 

Sett. Siena  

 

 

 

Toscana

E’ nominato senatore di Siena.

1371  

 

 

 

 

 

 

 

Mar.  

 

 

 

 

 

Toscana

E’ riconfermato nel suo incarico per un altro semestre.

Ago.  

 

 

 

 

 

Toscana

Abbandona Siena con un mese di anticipo rispetto alla data di scadenza a causa dei continui tumulti nella città.

1381  

 

 

 

 

 

 

 

………….. Fuoriusciti Arezzo  

 

Toscana

Affianca gli Ubertini ed i Tarlati nel loro tentativo di entrare in Arezzo.

Ago.  

 

 

 

 

 

Toscana

Occupa Sintigliano.

………….. Milano  

 

 

 

Lombardia

Ritorna al servizio di Bernabò Visconti.

1385  

 

 

 

 

 

 

 

…………..  

 

 

 

 

 

Lombardia

Rimane agli stipendi di Bernabò Visconti fino al momento in cui costui è incarcerato dal nipote Gian Galeazzo.

…………..  

 

 

 

 

 

Toscana

Rientra in Toscana e tenta di riconciliarsi con i fiorentini.

Ago.  

 

 

 

 

 

Toscana

I fiorentini gli tolgono con un lodo Corezzo nel Casentino, con il pretesto di un trattato tra Guido di Romena e gli aretini stipulato centoventotto anni prima.

1387 Bagno Firenze  

 

Emilia

Toglie ai  Montegranelli, dopo una breve resistenza, Castel dell’ Alpe. Attaccato dai fiorentini, capitanati da Ludovico Banchi,  cede agli avversari.

1389  

 

 

 

 

 

 

 

………….. Bagno Firenze  

 

Emilia

Riprende le armi contro Antonio da Montegranelli,  nonostante che, come raccomandato goda della protezione dei fiorentini.  Lo cattura a tradimento.

Ott.  

 

 

 

 

 

 

 

E’ costretto a liberare Antonio da Montegranelli da Piero Pepi ed a accettare l’accomandigia di Firenze: si obbliga alla presentazione di un palio del valore di 10 fiorini ogni anno.

…………..  

 

 

 

 

 

 

 

Viene dichiarato proprio aderente anche dagli estensi e dagli Ordelaffi.

………….. Rimini Urbino  

 

Umbria

Al servizio dei Malatesta quando costoro prendono le difese di Gabriello Gabrielli contro i Montefeltro.

1392 Pesaro Chiesa  

 

Umbria

Agli stipendi di Malatesta Malatesta;   appoggia quest’ ultimo allorché il signore di Pesaro prende possesso di Todi ai danni dei pontifici.

1393 Todi Fuoriusciti  

 

Umbria

Fa decapitare Catalano degli Atti; la vedova dell’ ucciso, assistita dalle milizie dei perugini, leva a tumulto Todi e lo obbliga ad abbandonare la città.

1394 Pesaro Chiesa  

 

Umbria

Attacca Todi; viene scomunicato dal papa Bonifacio IX.

1395 Ferrara Este  

 

Emilia

Combatte Azzo d’Este per conto di Niccolò d’Este. Quando il marchese di Ferrara si allea con i Visconti lascia il suo servizio.

1396  

 

 

 

 

 

 

 

………….. Faenza  

 

 

 

Emilia

Viene inviato da Astorre Manfredi alla guardia di Sassuolo.

………….. Milano  

 

 

 

 

 

Passa agli stipendi di Gian Galeazzo Visconti.

1399  

 

 

 

 

 

 

 

Ago.  

 

 

 

 

 

Toscana

Si reca a Siena con il vescovo di Novara Pietro Visconti, Corrado di Altinberg,  Balzarino da Pusterla e Pietro Suardi per prendere possesso della signoria della città a nome del duca di Milano.

Sett. Milano Firenze  

 

Toscana

Gli è concessa una provvigione mensile di 400 ducati. Rimane a Siena come luogotenente ducale. Compie alcune scorrerie nel contado fiorentino;  nel Chianti occupa il castello di Montelungo della Berardenga. Gli avversari recuperano subito la località ed impiccano tre abitanti.

1400  

 

 

 

 

 

 

 

Giu.  

 

 

 

 

 

 

 

E’ dichiarato proprio aderente dal duca di Milano.

1401  

 

 

 

 

 

 

 

Mar.  

 

 

 

 

 

 

 

Con la pace di Venezia i fiorentini lo liberano da ogni bando.

1402  

 

 

 

 

 

 

 

Sett. Milano Firenze  

 

Toscana

Alla morte di Gian Galeazzo Visconti si unisce con Antonio da Palagio e depreda il fiorentino. Il Palagio è scacciato dagli avversari dai suoi territori.

………….. Pisa  

 

 

 

Toscana

Si trova a Pisa;  ha l’incarico di tutore e di consigliere del nuovo signore della città Gabriele Maria Visconti.

1403 Milano Firenze  

 

Toscana

I fiorentini gli confiscano i suoi beni. E’ bandito ed è condannato al confino per un trattato tenuto a San Miniato con molti fuoriusciti collegati con i viscontei.

1404  

 

 

 

 

 

 

 

Gen. Lombar Affianca la duchessa Caterina Visconti, vedova di Gian Galeazzo, nella sua lotta contro i ghibellini. Con Jacopo dal Verme, Pandolfo Malatesta e Delfino di Brivio arresta nel castello di Monza Antonio Visconti, Antonio e Galeazzo Porro, Giovanni Aliprandi ed altri capi della fazione avversa. La sera stessa, con l’eccezione di Antonio Visconti, sono tutti decapitati nel castello di Porta Giovia a Milano davanti alla cappella di San Donato. Il giorno seguente i loro corpi sono esposti al pubblico al Broletto Nuovo in piazza dei Mercanti.
Apr.  

 

 

 

 

 

Toscana

A Pisa. Assiste alla firma dell’ accordo, mediante il quale Gabriele Maria Visconti si riconosce vassallo del re di Francia Carlo VII nelle mani del Boucicaut.

Mag. Bagno Firenze  

 

Romagna

E’ attaccato nelle sue terre dai fiorentini condotti da Jacopo Salviati: in pochi giorni gli sono tolti 32 castelli, tra cui quello di Bagno di Romagna. Dona inmodo fittizio alcuni di questi al tesoriere pontificio della Romagna; il prelato, più tardi, non glieli vorrà più restituire.

…………..  

 

 

 

 

 

Toscana

Si rifugia a Pisa.

Lug.  

 

 

 

 

 

Toscana

Pisa si ribella ad opera di Ranieri Zacci per timore che Gabriele Maria Visconti voglia vendere la località ai fiorentini. Guido da Bagno cerca di fermare i rivoltosi dichiarando infondata ogni voce al riguardo. Non è ascoltato; è assalito dal popolo che lo odia e viene lasciato a terra per morto. Raccolto, è trasportato nella fortezza.

…………..  

 

 

 

 

 

Toscana

E’ condotto a Lucca dove viene ospitato nelle case di Paolo Guinigi.

1407  

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Toscana

Muore a Lucca.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email