GIORGIO STURION

0
2045
Castello di Palazzuolo, Palazzolo sull'Oglio
Torre del Popolo e Castello di Palazzuolo, Palazzolo sull'Oglio

GIORGIO STURION  Lombardo.

  • 1527 (novembre)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

……..FranciaCombatte come uomo d’arme nelle compagnie di Teodoro da Trivulzio.
1522
Gen.Per la sua militanza è dichiarato ribelle dal duca di Milano Francesco Sforza.
1525
Mag.VenetoE’ inviato a Venezia da Teodoro da Trivulzio.
1526
Lug.Venezia FranciaImpero300 fantiLombardiaAl campo di Melegnano, da dove organizza numerose operazioni di spionaggio dentro la città di Milano.
Ago.Lombardia

Affianca Malatesta Baglioni alla conquista di Cremona. Ha una scaramuccia con i difensori nella quale sono uccisi dieci/dodici fanti tra spagnoli e tedeschi. Partecipa a fine mese con 249 uomini all’assalto alle mura verso Porta Mosa inquadrato nella batteria di Camillo Orsini: l’attacco fallisce ed alla rassegna successiva tra i suoi uomini si contano sette morti, 22 feriti e 26 dispersi.

Sett.Lombardia

Raggiunge un castello nei pressi di Cremona per catturarvi Niccolò Pallavicini; vi entra a forza e si impadronisce di un deposito di polvere da sparo. Si sposta a Lodi con Girolamo da Martinengo; si collega con Giorgio di Vailate ed insieme attaccano Pizzighettone. Irrompe nei borghi ove è sorpreso dal fuoco degli archibugieri imperiali che uccidono molti veneziani tra cui lo stesso Vailate; respinto deve rientrare oltre il Po.

Dic.250 fantiLombardiaA Palazzolo sull’Oglio, alla rassegna tenuta dal provveditore generale Domenico Contarini.
1527
Gen.Lombardia

Attraversa l’Adda con 100 fanti, penetra in Trezzo sull’Adda e vi uccide cinque spagnoli. Non giungono  rinforzi in suo soccorso per cui  rientra sulla sponda veneziana.

Feb.Lombardia

Alcuni spagnoli guadano l’Adda; Giorgio Sturion li affronta a Capriate San Gervasio e li respinge: nello scontro restano uccisi un suo caposquadra ed un nipote.

Mar.VenetoAlla guardia di Verona con Stefano Fantaguzzo e 500 fanti.
Mag.300 fantiLombardiaE’ segnalato al fianco del provveditore generale Domenico Contarini.
Lug.Piemonte e VenetoIn Piemonte con i francesi del Lautrec. Tocca Bosco Marengo e rientra al campo di Melegnano. A Venezia per incontravi il doge Andrea Gritti.
Sett.LombardiaA Melegnano.
Ott.LombardiaAll’assedio di Pavia.
Nov.300 fantiLombardiaIl Collegio dei Pregadi gli riconferma il comando di 300 fanti. Muore a fine mese a Crema.

NESSUNA CITAZIONE

Fonte immagine in evidenza: wikimedia

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi