VINCENZO TADDEI

0
2112
Castello di Montecchio Emilia
Castello di Montecchio Emilia

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

VINCENZO TADDEI Di Firenze. Fuoriuscito. Conte.

  • 1560 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1543FranciaImperoFranciaAffianca Piero Strozzi in Francia con Pietro Paolo Tosinghi. E’ segnalato alla difesa di Guisa. Sverna nelle Ardenne.
1544
Giu.400 fantiFrancia

Si trova alla guardia di Ligny. Assediato dagli avversari, è costretto con Pietro Paolo Tosinghi ad arrendersi a discrezione. Segue una vertenza con lo stesso Tosinghi che accusa di mendacio. Segue una sfida a duello che non ha seguito.

1545FranciaCombatte gli imperiali in Francia ed in Lussemburgo.
1551
……..FranciaImperoPiemonte
Lug.FranciaChiesa ImperoEmilia

Lascia Mirandola per soccorrere Colorno con lo Strozzi, Cornelio Bentivoglio e Giovanni di Torino. Allorché è informato della resa dei difensori, attraversa i monti e raggiunge Parma.

Ago.EmiliaPrende parte con Piero Strozzi all’attacco ad un campo spagnolo posto a Montecchio Emilia. Nell’azione sono uccisi 100/150 fanti.
Ago.Emilia

Appoggia ancora Piero Strozzi nell’ attacco ad un campo spagnolo posto a Montecchio Emilia. Nell’azione sono uccisi 100/150 fanti.

Nov.Emilia

Collabora con il duca Orazio Farnese e Paolo Vitelli in un assalto al campo pontificio di Torrechiara posto nelle vicinanze di Parma. Ha il comando di un colonnello: ai suoi ordini si trovano Alessandro Zambeccari, Fabio Amadei e Masino dal Bene.

1552
Gen.FranciaFirenze ImperoToscanaAlla difesa di Siena. E’ presto avviato alla guardia di Chiusi con Bartolomeo da Pesaro alla testa di 500 fanti.
1553FranciaGenovaFranciaSi imbarca nei porti senesi con Aurelio Fregoso e Giovanni di Torino (2500 fanti) per affiancare l’azione del Termes in Corsica.
1554
Giu.FranciaImpero Firenze1000 fantiLazio e Toscana

Radunati soldati nell’agro romano, rientra a Siena alla testa di una compagnia di 200 fanti con i quali si colloca a San Francesco. Gli viene dato il comando di 1000 fanti (cinque insegne) e di 100 cavalli leggeri con Roberto Strozzi e Bindo Altoviti.

Lug. agoToscanaHa l’incarico da Piero Strozzi di suo luogotenente in Val di Chiana. Ad agosto rimane ferito nella battaglia di Marciano.
1556
Ago.ChiesaMarche

E’ segnalato alla guardia di Fermo: provvede a rafforzare le difese cittadine con la costruzione di fossati e bastioni. Fa spianare le case attorno alle mura.

1560Muore.

 CITAZIONI

-“Persona honorata e valorosa.” GIOVIO

-“…e ‘l Fiorentino/ Vincenzo de Thadei pien di valore.” LEGGIADRI

-Con Paolo Vitelli “Capitani segnalati.” LAZARI

-Alla battaglia di Marciano ” Ed Taddei ch’el suo campo sbaragliato/ vede, non si può dir come s’adira/ E per haver a questo riparato/ el suo cavallo e quelle volte gira/ pon l’asta in resta e sì fu affrontato/…/ Rotta la lancia quella spada strinse/ la qual non fu giamai calata invano/ E del sangue inimico si la tinse/ che non fe tanto mai scipio Africano/ perché de l’ira e la rabbia lo vinse/ Chi coperse di morti tutt’el piano/ E tanto da quel canto il sir di vaglia/ fece ch’ogniun tornava alla battaglia.” Da “La rotta della Chiana” in GUERRE IN OTTAVA RIMA

Fonte immagine: wikimedia

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi