RAFFAELLO DEI PAZZI Di Firenze

0
1612

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1408      RAFFAELLO DEI PAZZI  Di Firenze.

1471 (settembre) – 1512 (aprile)

Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

………E’ bandito dai fiorentini a seguito della congiura in Firenze della sua famiglia.
1501
Sett.ChiesaPiombinoToscanaMilita agli stipendi di Cesare Borgia. Presenzia alla capitolazione di Piombino.
Dic.Emilia e Toscana

Si trova a Ferrara al seguito del duca Valentino per il matrimonio di Lucrezia Borgia con Alfonso d’Este. Accompagna  Cesare Borgia in Toscana allorché quest’ultimo vi si porta per intimare ai fiorentini di fare rientrare i Medici nello stato. Entra nella città deciso ad assalire il Palazzo della Signoria ed a abbattere la repubblica: catturato è liberato in breve tempo.

1502
………RomagnaAd Imola.
Ott.ChiesaCondottieriEmiliaSi reca a Piacenza per assoldarvi 500 fanti guasconi con i quali affrontare i condottieri ribelli al Borgia.
Nov.RomagnaA Rimini con la sua compagnia.
Dic.Romagna e MarcheScorta con 50 schioppettieri a cavallo Cesare Borgia da Imola a Faenza ed a Cesena. A fine mese è segnalato a Senigallia.
1504
Giu.LazioA Roma, alla ricerca di una condotta a seguito dell’incarceramento a Napoli del Borgia da parte di Consalvo di Cordoba.
1505
Ago.Campania

A Napoli. Si batte a duello in Largo di San Giovanni a Carbonara con il portoghese Albareto che ha sfidato i cavalieri italiani. Durante lo scontro un colpo di lancia dell’avversario gli rompe la visiera dell’elmetto per cui gli viene impedita la vista: interviene il Cordoba a porre termine allo scontro in quanto ha perso ogni significato.

1506ChiesaBolognaEmiliaCombatte i Bentivoglio.
1510
Sett.100 cavalli leggeriRomagnaTransita per Cesena. E’ diretto al campo.
Nov.ChiesaFranciaEmilia

Prende parte ad un consiglio di guerra con gli alleati veneziani assieme con Antonio Pio, fra Leonardo Prato, Fabrizio Colonna, Giampaolo Baglioni e Giovanni da Sassatello.

1511
Mag.43 lance e 63 cavalli leggeriEmilia

E’ preposto alla guardia di Bologna attaccata da Gian Giacomo da Trivulzio e dai Bentivoglio. Sul ponte del Reno si oppone agli avversari; con il suo coraggio permette a molti pontifici di guadagnare una via di scampo. Fatto prigioniero da Teodoro da Trivulzio viene liberato in breve tempo.

1512
Gen.EmiliaRaggiunge ad Imola l’esercito della Lega Santa. All’assedio di Bologna.
Feb.RomagnaRipiega ad Imola a seguito dell’ingresso in Bologna di Gastone di Foix.
Apr.50 lanceRomagnaMuore nella battaglia di Ravenna.

 CITAZIONI

-“Condottieri di chiaro nome.” GUICCIARDINI

-“Fu condottiere distinto per valore.” LITTA

-“Condottiere fiorentino assai distinto del secolo XV.” BOSI

-“Era famoso Capitano.” GAMURRINI

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi