PIERO TESTA Di Padova

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1951      PIERO TESTA  Di Padova.

  • 1520 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1509
Mag.VeneziaFrancia Impero 

 

Lombardia

E’ sconfitto e fatto prigioniero nella battaglia di Agnadello.

Estate 

 

 

 

 

 

Veneto

Prende parte alla difesa di Padova.

Nov. 

 

 

 

 

 

Veneto

Sorprende a Vallefidata, nei pressi di Bassano del Grappa, molti fanti tedeschi dei quali 300 sono uccisi.

1510
Feb. 

 

 

 

50 cavalli leggeriVeneto

Staziona nel veronese con 50 balestrieri a cavallo.

Giu. 

 

Francia Ferrara Impero 

 

Veneto

Dispone di un analogo numero di cavalli leggeri.

Ago. 

 

 

 

 

 

Veneto

Si trova nel Polesine con 150 cavalli; deve ripiegare a Montagnana.

Sett. 

 

 

 

 

 

Veneto

Rientra nel Polesine per fronteggiare gli estensi. Si dirige ad Adria.

Ott. 

 

 

 

 

 

Veneto

Si muove sempre nel rodigino con 50 balestrieri a cavallo a fianco del provveditore generale Paolo Capello.

1511
Ago.VenetoAlla difesa del castello di Scala.
Sett. 

 

 

 

 

 

 

 

Il Consiglio dei Savi gli aumenta la provvigione mensile da 12 a 15 ducati per paga (per otto paghe l’anno).

1512
Feb. 

 

 

 

25 cavalli leggeri

 

Lombardia

A Brescia quando la città è riconquistata dai francesi: catturato è rilasciato mediante il pagamento di una taglia.

Mar.Veneto

Si reca a Venezia.

Sett.Lombardia

All’assedio di Brescia.

Ott. nov. 

 

 

 

 

 

Lombardia

Scorta il provveditore generale Cristoforo Moro e Giampaolo Baglioni a Ghedi quando costoro vi si incontrano con il viceré di Napoli Raimondo di Cardona; analoga visita compie il mese successivo al seguito di Antonio Pio.

1516
Sett.VeneziaImpero 

 

Veneto

Prende parte all’assedio di Verona agli ordini di Teodoro da Trivulzio.

1518
Sett. 

 

 

 

 

 

 

 

A causa del ridimensionamento delle spese militari gli è ridotta la provvigione annua da 150 a 120 ducati.

1520

Muore.

 CITAZIONI

-“Equitum levis armaturae indognis tribunus: qui sub Veneto Senatu aliquando stipendia honorifice meritus, et ipse hic inter claros militares, ob eximiam..fortitudinem merito collocandus est.” SCARDEONE

-“Di Pietro testa fo pocho latino:/ Che sempre è atto a uscir d’ogni periglio.” CORDO

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.