PIER ONOFRI DA MONTEDOGLIO Figlio di Francesco

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1155      PIER ONOFRI DA MONTEDOGLIO  Figlio di Francesco, suocero di Gherardo della Gherardesca.

+ 1528 ca.

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1510  

 

 

 

 

 

 

 

Mag. Firenze Venezia

 

 

 

 

 

Zitolo da Perugia raccomanda ai veneziani la sua assunzione. Passa agli stipendi della Serenissima. Nel 1517 viene segnalato nelle Marche per combattere, per conto di Lorenzo dei Medici, Francesco Maria della Rovere teso alla riconquista del ducato di Urbino. Nella sua compagnia è inserito Cesare da Napoli.

1521  

 

 

 

 

 

 

 

Nov. Impero Francia Venezia  

 

Lombardia

Milita nelle compagnie di Giovanni dei Medici. Segue il suo capitano nell’ attraversare a cavallo l’Adda;  contribuisce alla vittoria di Vaprio d’Adda.

1522  

 

 

 

 

 

 

 

Apr.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Supera con il Cujo le linee degli avversari che assediano Pavia;  entra con i suoi fanti nella città.

1526  

 

 

 

 

 

 

 

……… Chiesa Impero  

 

 

 

Ago Venezia Impero 550 fanti Lombardia

Nuovamente al soldo dei dei veneziani su segnalazione del  della Rovere (condotta di 600 fanti). Viene inviato all’assedio di Cremona; partecipa all’assalto alle mura portato dal castello inquadrato nella batteria agli ordini di Pietro da Longhena. Al fallimento del tentativo a lui ed a Antonio da Castello è dato l’incarico di costruire una trincea coperta che conduca dal castello fino al borgo di San Luca. Prosegue i lavori nonostante la malattia che lo ha colpito.

Sett.  

 

 

 

300 fanti Lombardia

Alla guardia del cavaliere del castello di Cremona con 300 fanti non riesce ad impedire che gli assediati facciano brillare una mina sotto le mura: i suoi uomini, nel successivo attacco, subiscono forti perdite. Gli imperiali sono respinti fuori la cinta muraria.

Nov.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Combatte i lanzichenecchi alla battaglia di Borgoforte. Nello scontro interviene a favore di Giovanni di Torino.

1527  

 

 

 

 

 

 

 

Apr. Firenze Impero 300 fanti Toscana

A Firenze con i suoi uomini. Allorché la città si ribella per la prima volta ai Medici, su ordine dei reggenti i cardinali Ridolfi, di Cortona e Cybo, si sposta dal castello con più di 1000 fanti per domare la sollevazione. Giunge al Canto dei Banderai e fa sgombrare la piazza facendo sparare in aria i suoi archibugieri.

Mag.  

 

 

 

 

 

Toscana

Firenze insorge nuovamente ai danni dei Medici: il Montedoglio scorta  fuori città il cardinale Ippolito dei Medici ed Alessandro dei Medici che ne sono stati banditi  per dieci anni. Chiede licenza di lasciare gli stipendi della neonata repubblica: gli viene accordata e ritorna al soldo dei veneziani.

…….. Venezia Impero  

 

Umbria

Assedia Macerino suscitando con ciò le ire degli spoletini.

1528  

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

 CITAZIONI

“O conte Piero Onofrio valente,/ piangi, che morte m’ha sumers’al fondo,/ che più non posso, et ero sì possente.” Dal lamento per la morte di Giovanni dei Medici di G.B.VERINI riportato dal MEDIN-FRATI

“Uomo coraggioso e valente.” GIOVIO

“Mostrasi primo el valoroso conte/ Pier Nofri armato d’acciarino scoglio/ con cuor ardito & feroce di fronte/ en astutia ad alcun pospor nol voglio/ con genti a la militia destre & pronte/ d’honorar sempre Arezo & Montedoglio.” FALUGIO

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email