FARINA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

0646       FARINA

+ 1415

Anno, mese Stato. Comp. ventura  

 

Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1404  

 

 

 

 

 

 

 

 

Apr. Mantova Rossi  

 

Lombardia ed Emilia

Agli stipendi del marchese di Mantova Francesco Gonzaga. Con Jaches della Mirandola appoggia Ottobono Terzi contro i Rossi allorché costoro portano le loro scorrerie a Brescello ed a Boretto. Lascia allora Sabbioneta con 60 cavalli e giunge a Dosolo ed a Guastalla. Appoggiato  da un grande numero di contadini delle tre  località del mantovano, depreda i contadi di Meledolo, di Poviglio, di Boretto e di Brescello: prigionieri e bestame razziato sono condotti a Guastalla.

1405  

 

 

 

 

 

 

 

 

Sett. Venezia Padova  

 

Veneto

Prende parte all’assedio di Padova.

Ott.  

 

 

 

 

 

Veneto

Si impossessa del castello di Stra.

1406  

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen. Comp. ventura Trento  Venezia  

 

Trentino

Licenziato alla conclusione del conflitto, si unisce con Pietro dei Proti e Galeazzo da Mantova;  si sposta in Valsugana. Si congiunge loro Sicco da Caldonazzo ed insieme danneggiano gravemente il Trentino. Il vescovo di Trento Giorgio, che non spera nei soccorsi del duca d’Austria Federico conte del Tirolo, riconosce loro una taglia di 5000 ducati affinché cessino dal devastare il principato. Riscossa la preda, il Farina si getta sul veronese e sul vicentino portando ovunque la desolazione con la pretesa di essere creditore verso la Serenissima di 30000 ducati. I tre capitani abbandonano il saccheggio solo quando ricevono dai veneziani 7500 ducati subito ed altri 7500 al loro attraversamento del Po.

……..  

 

 

 

 

 

 

 

Milita agli ordini del Tartaglia contro Muzio Attendolo Sforza.

1415  

 

 

 

 

 

 

 

 

Ago.  

 

 

 

 

 

Lazio

E’ fatto decapitare dal Tartaglia a Toscanella (Tuscania) con il Beccarino, con l’accusa di avere attentato alla sua vita su istigazione dello Sforza.

 NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleFARFARELLO Di Ravenna
Next articleFERDINANDO FARNESE
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email