BASILIO DALLA RIVA Di Verona

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

BASILIO DALLA RIVA  Di Verona.

+ 1516 (settembre)

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1508  

 

 

 

 

 

 

 

Mar. Venezia Impero  

 

Veneto

Agli ordini di Bartolomeo d’Alviano partecipa alla battaglia di Tai di Cadore.

1512  

 

 

 

 

 

 

 

Feb. mar. Venezia Francia  

 

Lombardia e Veneto

Si trova alla difesa di Brescia;  è catturato dai francesi in occasione del recupero della città da parte degli avversari. Liberato a marzo, raggiunge Venezia.

1513  

 

 

 

 

 

 

 

Ott. Venezia Spagna  

 

Veneto

E’ catturato nella battaglia di Creazzo: nello scontro si fa notare per il suo valore.

1514  

 

 

 

 

 

 

 

Ott.  

 

 

 

 

 

Veneto

Affianca con i suoi cavalli l’Alviano alla conquista di Rovigo in cui è vinta la resistenza di Garcia Manrico alla testa di 400 lance, di 100 cavalli leggeri e  di 300 fanti. Si sposta poi a Lendinara;  è ferito in una scaramuccia ad un occhio: per il suo operato nel Polesine viene elogiato dal provveditore generale Domenico Contarini.

1515  

 

 

 

 

 

 

 

………  

 

 

 

 

 

Veneto

E’ di stanza a Padova. Si innamora di una padovana, una Capodivacca, promessa sposa ad un San Bonifacio, che vede nel duomo cittadino in una cerimonia religiosa. La richiede in moglie ed ottiene un rifiuto; anzi la famiglia rinchiude la donna nel monastero di Sant’Anna. Con l’appoggio dell’ Alviano costringe le monache a farla uscire; la conduce a casa sua e la obbliga a sposarlo. Data la protezione del capitano generale le autorità veneziane fingono di non sapere nulla dell’ accaduto.

Sett.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Si segnala una volta di più per il suo ardimento nella battaglia di Melegnano.

1516  

 

 

 

 

 

 

 

Sett.  

 

 

 

 

 

Veneto

Prende parte all’ assedio di Verona agli ordini di Teodoro da Trivulzio. E’ ucciso sotto le mura di Villafranca di Verona da un colpo di artiglieria mentre i veneziani stanno abbandonando le operazioni di assedio. Nel maggio 1517, per i suoi meriti, ai fratelli ed ai figli è riconosciuta dalla Serenissima una provvigione.

 CITAZIONI

“Strenuo e valoroso.” SANUDO

“Del quale parlando el Liviano (Bartolomeo d’Alviano) diceva, che se havesse sotto la sua carica dieci mille Macconi (Macone da Correggio), et tre mille Basilij, li haveria bastato l’animo de farsi patrone d’una gran parte del mondo.” PILONI

“Il quale per lo suo singolar valore, e per gran fede verso la Signoria, aveva avuto pochi giorni innanzi da quella una compagnia di cavalli.” DALLA CORTE

“(Di) singolar valore nelle cose di guerra.” GIOVIO

Alla battaglia di Melegnano “Messer Basilio ch’era ardito, e prodo/ con la lancia havea morto più d’un paro,/ e riversato sopra il terren sodo/ come si suol girar un arcolaio/ poi con la spada in man a strano modo.” DEGLI AGOSTINI

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email