BATTISTINO DA RIMINI

0
1523

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1613      BATTISTINO DA RIMINI

+ 1550 ca.

Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1527
Mag.VeneziaImpero 

 

Veneto

Alla guardia di Rovigo con 300 fanti.

Nov. 

 

 

 

 

 

Veneto

Il Collegio dei Pregadi gli affida il comando di 200 fanti.

Dic.150 fantiLombardia
1528
Gen. 

 

 

 

 

 

Lombardia

Si trova al campo di Cassano d’Adda. Inviato alla difesa di Peschiera Borromeo, vi è preceduto dagli spagnoli di Antonio di Leyva.

Feb. 

 

 

 

 

 

Lombardia

A Caprino Bergamasco per fronteggiare gli imperiali che provengono da Lecco.

Mar. 

 

 

 

80 fantiLombardia

Passa alla difesa di Bergamo agli ordini di Mercurio Bua.

Mag. 

 

 

 

 

 

 

 

Il suo operato, come quello di altri capitani, è criticato nel Consiglio dei Savi da Leonardo Emo per avere permesso agli avversari di attraversare l’Adda. Si sposta alla difesa di Brescia e, dopo qualche giorno, a quella di Salò.

Nov. 

 

 

 

 

 

 

 

Il suo comportamento è ora elogiato in Collegio dal provveditore Marco Foscari.

1529
Mag.207 fanti
Giu. 

 

 

 

 

 

Lombardia

Prende parte con 176 fanti alla battaglia di Landriano.

Ott. 

 

 

 

 

 

Lombardia

Alla guardia di Cassano d’Adda con 200 fanti.

Dic. 

 

 

 

50 fantiLombardia

Alla fine della guerra ritorna a Bergamo. L’organico della sua compagnia viene ridotto.

1530
Mag. sett. 

 

 

 

 

 

Veneto

E’ accusato in Collegio di insubordinazione dall’ex-provveditore generale Giovanni Dolfin. Il magistrato asserisce  di essere stato minacciato da Battistino da Rimini al campo di Cassano d’Adda perché  si è rifiutato di dare la paga ad alcuni fanti della sua compagnia non in ordine. A seguito della relazione è dato ordine ai rettori di Verona di imprigionare Battistino da Rimini e di condurlo, su un burchiello via Adige, a Venezia. Nella città è rinchiuso nel carcere dell’Armamento. Processato a settembre, è rilasciato per mancanza di prove. Viene licenziato.

……….. 

 

 

 

 

 

 

 

Milita agli ordini di Guido Rangoni;  lo asseconda nelle sue varie campagne.

1539
Gen. 

 

 

 

 

 

Veneto

Si trova a Venezia per i funerali di Guido Rangoni  celebrati nella chiesa dei Santi Giovanni e Paolo. Ne   regge la bara con altri capitani quali Rego di Maffeo, Chiaro da Brescia, Ludovico Ronchi, Cornelio Marsili, Stefano Moreno e Geminiano dalle Selle.

NESSUNA CITAZIONE

 

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi