CUCCHERO ALBANESE

0
1717

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

CUCCHERO ALBANESE  (Giovanni Chiuchiari).  Di Megalopoli.

  • 1555 ca.
Anno, meseStato.   Comp.  venturaAvversarioCondottaArea  attivitàAzioni intraprese ed altri fatti salienti
1527
Apr.ImperoFrancia  VeneziaLazio

Segue i lanzichenecchi del Connestabile di Borbone. Giunge a Viterbo; provvede al vettovagliamento delle truppe imperiali  con i suoi cavalli  leggeri.

1528
EstateCampania

Prende parte alla difesa di Napoli assediata dal Lautrec. Affianca Ferrante Gonzaga in una sortita partita dalla grotta di Posillipo e diretta a Pozzuoli. Si muove all’avanguardia con Giannicco Spagnolo mentre il Gonzaga si ferma al palazzo reale di Belvedere. I francesi, con alcune squadre di uomini d’arme scozzesi, escono da Aversa per caricare gli imperiali; interviene il Gonzaga che mette in fuga gli avversari. Molti sono i prigionieri.

1530
Ago.ImperoFirenzeToscanaNel pisano con Fabrizio Maramaldo ed Alessandro Vitelli. Chiede invano la resa di Ripafratta.
1532ImperoImpero Ottomano250 cavalli leggeriAustriaPrende parte alla difesa di Vienna contro i turchi.
1536ImperoFranciaFrancia

Contrasta i francesi in Provenza. Viene inviato in perlustrazione con 50 cavalli leggeri per sorvegliare i movimenti dei nemici. All’avvicinarsi delle truppe di Renato di Montejean si pone all’avanguardia con Paolo Luzzasco. Partecipa alla  battaglia di Tarbes nella quale sono catturati lo stesso Montejean ed il Boisy.

1537PiemonteAssedia in Alba Giulio Orsini. Nonostante che tale capitano si sia arreso a patti, ne svaligia per strada le compagnie.
1542ImperoFrancia200 cavalli leggeriPiemonteViene disfatto a Verrua da Ludovico da Birago. Lo scontro termina con la cattura di quasi tutti i cavalli leggeri della sua compagnia.
1543ImperoFranciaGermania

Si trova all’assedio di Duren. Mandato in avanscoperta cade in un’imboscata ed è fatto prigioniero. Molti dei suoi cavalli leggeri restano uccisi sul campo.

1551Impero  ChiesaFranciaEmilia

Prende parte all’assedio di Parma. In una scaramuccia di cavalleria, che si svolge tra Concordia e Carpi, con il capitano pontificio Giovambattista del Monte, sconfigge il duca Orazio Farnese. Per poco non riesce a catturare nel combattimento l’avversario che si salva a stento in Parma.

1555Muore.

 CITAZIONI

-“Capitano vecchio de’ Greci.” GIOVIO 

-“Dignissimo capitano di cavalli leggeri.” GUAZZO

-“Famoso Capitano Albanese.” ROSEO

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi