GIOVANNI DA COMO

0
1819

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

GIOVANNI DA COMO

  • 1540 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1513
Lug.VeneziaSpagna ImperoVenetoE’ assediato in Padova. Ha con i suoi fanti l’incarico di difendere un bastione.
Ott.VenetoPrende parte alla battaglia di Creazzo. Con la sconfitta ritorna alla difesa di Padova.
1514
Giu.117 fantiVenetoA Padova. Gli è riconosciuta una provvigione di 30 ducati per paga, per otto paghe l’anno.
1515
Giu.138 fantiVeneto
1516
Ago.VeneziaSpagna ImperoVenetoAffianca Teodoro da Trivulzio all’assedio di Verona. Attraversa l’Adige ed è preposto alla guardia di un ponte.
Sett.VenetoAll’assedio di Verona. Si colloca davanti a Porta Vescovo. Con una mina fa franare una grande torre volta verso Campo di Marte.
Nov.153 fantiVeneto e Trentino

Con Giovanni Naldi e Macone da Correggio affianca Mercurio Bua nel porre un’imboscata, nei pressi di Rovereto, al conte di Cariati, che da Verona si sta dirigendo a Trento. Giovanni Battista Spinelli sfugge ai veneziani al passo di Peri. Il condottiero lo tallona sino a Serravalle all’ Adige dove è bloccato da due bandiere di fanti. Respinto, si sposta con i suoi uomini nelle terre del conte di Lodrone dove sono razziati duecento capi di bestiame.  Raggiunge, poi,  Avio, che è espugnata e messa a sacco con l’eccezione di una torre. E’ lodato per il suo operato dal  Bua.

1517
Ott.30 fantiVenetoIl Collegio dei Pregadi sposta Giovanni da Como da Verona a Treviso con 30 fanti allo scopo di prendere il prendere il posto di Zanone da Colorno deceduto ul mese precedente.
1519
Feb.VenetoA Treviso. Controlla lo stato delle mura cittadine con il podestà Marco Mocenigo.
1520
Giu. lug.200 fantiVenetoViene trasferito nell’isola di Corfù. Si imbarca a Luglio. I suoi uomini oltre la paga ricevono in sovrappiù un ducato a testa.
1521
Giu.VeneziaImpero200 fantiVeneto

Rientra in Italia e gli è dato il compito di radunare 200 fanti. Convocato a Venezia, effettua la mostra dei suoi uomini e si sposta alla difesa di Padova.

Ago.200 fantiVenetoA Treviso.
Dic.Veneto e LombardiaEsce da Treviso. Si collega al campo di Lonato con il provveditore generale Andrea Gritti.
1523Governatore fanteriaGreciaHa l’incarico di governatore della fanteria nell’isola di Creta.
1526
Ago.40 fantiGrecia
1531
Ott.GreciaE’ sostituito nel suo incarico.
1532
Feb.Governatore fanteriaGrecia

Ritorna a Corfù,  minacciata dai turchi. Ha ancora l’incarico di governatore delle fanterie;  gli viene concessa una provvigione di 30 ducati per paga, per otto paghe l’anno.

Mar.30 fantiGreciaCome governatore della fanteria a Corfù viene scelto Guido Naldi.
Mag.GreciaSupervisiona le fortificazioni di Corfù.
Giu.VeneziaImpero OttomanoGrecia

Il Collegio gli affida il comando di un colonnello e gli aumenta la provvigione a 40 ducati per paga (per otto paghe l’anno). Trova l’intesa con Guido Naldi.  Fa presente con tale capitano i problemi legati alla difesa dell’isola: lo scarso numero di bombardieri a disposizione e l’insufficiente quantità di polvere da sparo. Chiede l’invio di 1000 buoni fanti, di 300 guastatori e di materiale atto a rafforzare le opere difensive. Il Consiglio dei Savi lo ricompensa con un premio di 250 ducati da dividersi con gli uomini più meritevoli. A luglio il suo comportamento viene elogiato dal provveditore generale Giovanni Moro.

Nov.25 fantiVeneto

Al termine della campagna rientra in Italia;  riferisce in Collegio sui movimenti in Levante della flotta di Andrea Doria, impegnato contro i turchi. Gli viene riconosciuto il titolo di colonnello e gli è mantenuta la provvigione di 40 ducati per paga.

1533
Mag.200 fantiVenetoE’ convocato a Venezia nel Collegio dei Pregadi. E’ rimandato a Corfù con 200 fanti che, prima di partire, ricevono ciascuno tre paghe.
Giu.Grecia

Si imbarca a Venezia con i suoi uomini: un incidente caratterizza la sua partenza allorché prende fuoco il bucintoro su cui i suoi artiglieri hanno sparato a salve in segno di saluto: muore uno spettatore ed altri sono feriti. A Corfù incontra notevoli difficoltà per trovare un alloggiamento per i suoi uomini.

1540Muore.

 CITAZIONI

-“Eccellentissimo maestro in simil arte (preparare mine).” DALLA CORTE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi