STEFANO COLONNA Signore di Palestrina e di Corcolle

0
2428

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

STEFANO COLONNA Signore di Palestrina e di Corcolle.

Marchese della Penna. Padre di Francesco Colonna e di Giovanni Colonna. Genero di Ranuccio Farnese.

1433 –  1485 ca.

Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attivitàAzioni intraprese ed altri fatti salienti
1447
Mag.LazioIl papa Niccolò IV con un suo breve dichiara che Stefano Colonna non è compreso nelle confische effettuate dai pontifici a carico dei cugini.
1448
Giu.LazioNella divisione dei beni della sua famiglia, dopo essersi separato da cugini e fratelli, ottiene la signoria di Algido, Corcolle, Passarano e Palestrina: si accinge immediatamente alla ricostruzione di quest’ultima località. Nel 1453 sarà edificato il borgo e la chiesa di Sant’Antonio.
1452
Mag.LazioOttiene il permesso di fortificare Palestrina, ma non quello di potere ricostruire la rocca. Fa così rialzare la cinta muraria e restaurare la cattedrale.
1455
Lug.ChiesaComp. venturaToscana

Milita agli stipendi del papa Callisto III. Fronteggia nel senese Jacopo Piccinino e prende parte alla vittoriosa battaglia di Castro durata più di tre ore.

1458
Ago.ColonnaBorgiaLazioAlla morte del papa Callisto III affianca gli altri Colonna alla riconquista di Castelnuovo di Porto occupato in precedenza da Pier Luigi Borgia.
1464
Sett.ColonnaOrsiniLazioAppoggia Antonio Colonna nel suo conflitto con Napoleone Orsini. Paolo II, appena eletto papa, costringe le due fazioni ad una tregua.
1470
Ago.LazioIl papa Paolo II gli fa consegnare 100 ducati.
1471
Ago.ColonnaPerugiaUmbria

Assale Penna, castello sito nel comune di Amelia, e se ne impadronisce a spese di Cesare degli Arcipreti. Viene subito affrontato da Gentiluomo degli Arcipreti, che si muove da Perugia con 300 fanti per venire in soccorso del congiunto, e da Rodolfo Baglioni, Guido e Neri da Montesperelli, Cornelio della Cornia, Pietro degli Ermanni ed altri perugini. A metà mese interviene il papa Sisto IV.

1473
Ott.LombardiaSi reca a Pavia presso il duca di Milano Galeazzo Maria Sforza.
1474ChiesaMilita agli stipendi del papa Sisto IV.
1475
Apr.LazioA fine mese è segnalato come giudice di campo in una solenne giostra organizzata a Roma da Girolamo Riario in piazza Navona.
1476
Mag.LazioOspita in un suo castello a 14 miglia da Roma Caterina Sforza, moglie di Girolamo Riario, diretta nella capitale.
1479UmbriaIl papa Sisto IV gli riconosce il marchesato della Penna tolto a Cesare degli Arcipreti.
1480NapoliImpero OttomanoPuglia
1481
Apr.ColonnaOrsiniLazioSisto IV ammonisce i capi delle due fazioni che hanno ripreso le ostilità, dopo che nel settembre dell’anno precedente Pietro Margano, suocero di Francesco della Valle, è stato assassinato da Prospero di Santacroce. Stefano Colonna è uno dei membri della sua famiglia che presta giuramento per il mantenimento dell’ ordine e l’instaurazione della pace.
1482
EstateChiesaNapoli ColonnaLazio

Combatte gli aragonesi e gli altri Colonna per conto di Sisto IV. Abbandona il regno di Napoli con due figli e, al pari degli Orsini, si mette a disposizione del pontefice.

1484LazioFa ricostruire la rocca di Palestrina e le mura cittadine.
1485Muore. Sposa Eugenia Farnese, figlia di Ranuccio.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi