SIMONE DA CANOSSA

0
1789
CASTELLO DI ROSSENA CANOSSA REGGIO EMILIA
Castello Di Rossena Canossa Reggio Emilia

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

SIMONE DA CANOSSA  Conte. Signore di Canossa, Grezzana, Paderna, Fontane, Pieve di Caviano.

  • 1435 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

…………..Ferrara
…………..Milita nella compagnia di Muzio Attendolo Sforza.
1403
…………..MilanoGuelfiEmiliaFronteggia nel parmense i Rossi ed i loro allati guelfi.
Sett.Emilia

Con Ottobono Terzi ed Antonio Vallisnieri cattura a Montecchio Emilia Gherardo Aldighieri che viene condotto a Guardasone. Sulla strada verso Parma, sempre con il Vallisnieri, sorprende Pietro dei Rossi che da Bologna, dove si è incontrato con il cardinale Baldassarre Cossa, si sta dirigendo alle proprie terre con 17 cavalli. Il Canossa imprigiona il capitano avversario nel proprio castello di Montevetro;  informa il Terzi dell’accaduto. Quest’ultimo esce da Castelnuovo dei Terzi con 60 cavalli, preleva Pietro dei Rossi e lo rinchiude in Montecchio Emilia.

1404VeneziaPadovaVenetoAlla conquista di Verona.
1409ParmaFerraraEmilia

Appoggia Ottobono Terzi contro gli estensi. A seguito dell’ uccisione del Terzi a Rubiera, viene assediato in Gesso; costretto ad arrendersi con i congiunti Guido ed Alberto, consegna a marchese di Ferrara Niccolò d’Este 4 castelli, compresi quelli di Canossa e quello posto sul Monte del Gesso (comune di Vezzano sul Crostolo).

1412
EstateVeneto

Si trova a Verona.  Con il suo intervento seda nella città alcuni tumulti organizzati dai partigiani di Brunoro della Scala. Viene ad abitare nella città di cui gli è data la cittadinanza. Ottiene in feudo Grezzana, confiscata ai dal Verme.

Dic.VeneziaImpero65 lanceFriuliAssoldato per quattro mesi di ferma e tre di rispetto, affronta in Friuli gli ungheri dell’imperatore Sigismondo.
1416Comp. ventura VeneziaRavenna                   AustriaRomagna Emilia Trentino

Minaccia il ravennate con 170 cavalli. Il signore di Ravenna Obizzo da Polenta rafforza immediatamente le difese di Bagnacavallo. Simone da Canossa prosegue per il bolognese con la sua compagnia. Ancora al soldo dei veneziani affronta nel trentino le truppe del duca d’Austria. All’occupazione di Rovereto.

1417
Giu.BolognaFerrara190 lanceEmilia

Affianca Angelo della Pergola al recupero del castello di San Giovanni in Persiceto, che si è ribellata al comune per darsi agli estensi. Respinge una sortita dei difensori e dà il guasto ai raccolti di frumento ed alle piantagioni. Gli estensi abbandonano il castello per cui gli abitanti si danno alla fuga; il paese è messo a sacco.

1418
…………..VeneziaImperoFriuli

Contrasta ancora gli ungheri dell’ imperatore Sigismondo. Con Tristano Savorgnano e Ludovico Buzzaccarini assale per terra Aquileia, mentre per mare la città è attaccata dalla flotta di Delfino Venier.

Sett.FriuliAlla conquista di Pordenone.
1419
Feb.MilanoFerraraEmiliaSi ribella agli estensi. Controlla i loro movimenti attorno al Monte del Gesso.
1420
Feb.BolognaChiesaEmiliaAgli stipendi del signore di Bologna Antongaleazzo Bentivoglio. Con Alberico da Barbiano e Luigi dal Verme contrasta i pontifici.
1432

L’imperatore Sigismondo d’Ungheria gli concede in feudo Canossa, Grezzana, Paderna, Pieve di Caviano, Fontane e Fano con il titolo di conte.

1435Muore.

 CITAZIONI

-“Uomo di gran prudenza e valore.” DALLA CORTE

-“Fin dalla sua fanciullezza ammaestrato nell’arte della militia, onde riuscì notabile huomo del tempo suo. ” SANSOVINO

-“Fu Capitano valoroso della republica Venetiana.” AZZARI

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi