RIZZARDO DI VALVASONE

0
1980

Last Updated on 2023/11/23

RIZZARDO DI VALVASONE  Di Cividale del Friuli. Signore di Valvasone, Spilimbergo, Meduna di Livenza e Fratta (frazione di Maniago).

Padre di Giacomo di Valvasone.

  • 1412
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1381UdineAquileiaFriuli
1382Friuli

E’ segnalato alla guardia di Buttrio. Coopera alla conquista dei castelli di Lorenzago (di cui fa a pezzi il presidio) e di Arcano. Con Giovanni di Colloredo assedia e conquista Gemona del Friuli; ha parte notevole nell’espugnazione di Artegna ove si segnala per il suo valore.

1383Friuli e Veneto

Rappresenta Udine ed i collegati presso il signore di Padova Francesco da Carrara.  Regge il capitanato di Portogruaro per conto del patriarca di Aquileia.

1384Veneto

Si reca a Padova;  cerca di promuovere la pace in Friuli tra il patriarca Filippo di Alençon ed i carraresi da un lato ed il partito avverso dall’altro.

1385
Sett.PadovaVerona VeneziaVeneto

Alla guardia di Portogruaro per conto del patriarca di Aquileia. Avvicinato da Francesco Zeno e da Doimo da Castello per cedere il castello ai veneziani intavola alcune trattative per guadagnare tempo; si porta nottetempo a Motta di Livenza dove è fermo il presule con Giovanni da Barbiano. Il Valvasone  entra in Portogruaro con i carraresi senza che gli abitanti se ne accorgano.

1387
Sett.FriuliAssedia il castello di Maniago con Conte da Carrara: nel corso delle operazioni tra i padovani si registrano 120 morti.
1388FriuliSu pressione del patriarca di Aquileia Giovanni di Moravia si riconcilia con la famiglia degli Zucco.
1389VenetoAccoglie in Portogruaro Francesco Novello da Carrara. Nell’anno gli è rinnovata dal patriarca di Aquileia l’investitura di Valvasone.
1390
Giu.da CarraraMilanoFriuli e Veneto

Ospita a Valvasone Francesco Novello da Carrara; si congiunge con le sue truppe a Cividale del Friuli e lo affianca alla riconquista di Padova a spese dei viscontei. E’ armato cavaliere con Febo della Torre dopo la conquista della Porta della Trinità nel borgo di Codalunga. Si unisce poi con Giacomo da Carrara e Febo della Torre;  insieme con costoro ha il comando della seconda schiera, di 800 uomini, che assale il Portello di San Matteo della cittadella.

Lug.VenetoCon Febo della Torre stipula a Padova, per conto del signore della città Francesco Novello da Carrara,  un trattato di alleanza con i fiorentini.
1392
Sett.VenetoAcquista Meduna di Livenza
1393
Nov. dic.VenetoA Padova con Morando di Porcia e Febo della Torre per i funerali di Francesco da Carrara. A dicembre viene reinvestito dei suoi feudi.
1395
Apr.Friuli e VenetoAd Aquileia per accogliervi il nuovo patriarca Antonio Grimani. In questo periodo, sino al 1401, pone la sua residenza in Padova in contrada San Niccolò.
1396
Mar.FriuliViene investito di Fratta (frazione di Maniago).
1403Guerra privataFriuliLotta contro i Prodolone e gli Zoppola-Pancera (Francesco e Natale) per il possesso di una parte del castello di Zoppola.
1404
Ago.FriuliIn Cividale del Friuli appoggia il partito dei nobili contro quello del popolo.
1408
Mag.Guerra privataFriuliConcorre ad estromettere dal patriarcato di Aquileia Francesco Pancera. per rivalsa Natale Pancera depreda il territorio di Valvasone con 100 cavalli.
1411FriuliL’antipapa Giovanni XXIII procura la pace tra Rizzardo di Valvasone e gli Zoppola-Pancera.
1412VenetoPodestà di Portogruaro. Muore in tale città.

 CITAZIONI

-“Nequissimus et infestissimus.” MANIACO

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi