RINIERI DA PERUGIA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1438      RINIERI DA PERUGIA  (Rinieri Montemelini) Fuoriuscito. Zio di Braccio di Montone.

  • 1445 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1423
Dic.ChiesaPerugia60 cavalliAbruzzi

Milita agli stipendi del papa Martino V contro Braccio di Montone. Segue Muzio Attendolo Sforza in soccorso di L’Aquila.

1424
Gen. 

 

 

 

 

 

Abruzzi

Affianca Francesco Sforza allorché tale condottiero attraversa con 50 cavalli il fiume Pescara in piena;  ha una scaramuccia con gli avversari.

………. 

 

 

 

 

 

Abruzzi

Rimane negli Abruzzi anche dopo la morte per annegamento di Muzio Attendolo Sforza.

Giu. 

 

 

 

 

 

Abruzzi

Partecipa alla battaglia di L’Aquila dove ha il comando della dodicesima schiera con i fuoriusciti perugini Lionello e Ludovico dei Michelotti.

Ago. 

 

 

 

 

 

 

 

Viene contattato dai fiorentini per passare al loro soldo.

1427
……….VeneziaMilano60 lance

 

Lombardia

Conquista Binanuova agli ordini del Carmagnola.

Ott. 

 

 

 

 

 

Lombardia

Prende parte alla battaglia di Maclodio.

1432
EstateFirenzeMilano150 cavalliToscana

Contrasta i viscontei nel lucchese;  con Bernaino Fornaino si impossessa di un castello.

1439
Apr.Re d’AragonaAngiò 

 

Lazio

Di stanza a Gaeta espugna il castello di Trocchio vicino a Montecassino.

1445

Muore.

 CITAZIONI

-Con Antonio Caldora, Paolo Tedesco, Sante Carillo, Lionello e Ludovico dei Michelotti, Andrea della Serra, Peterlino dal Verme “Fò scy bon guerrery.” VALENTINI

-Alla battaglia dell’Aquila “Duodecima (Squadra) di Peroscia Lionello/ Dovico Michelotti, el bon Raneri,/ E son scritti insieme in uno drappello/ Cento cinquanta tutti buon guerrieri./ …/ Con Ranier de Peroscia a fronte a fronte/ Misser Petri accurria, e Monreale,/ E provaron que è l’Aquila valente;/ Chi fo prescione, e mortu se lo sente. ” CIMINELLO

 

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleRODOLFO DA PERUGIA
Next articleROMEO DA PISA
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.