RINALDO DA STAFFOLO

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Condottieri di ventura

1894      RINALDO DA STAFFOLO (Rinaldo Baligani, Rinaldo Cima). Figlio di Tano da Jesi. Guelfo. Signore di Staffolo e Penna San Giovanni.  Padre di Paolo.

+ 1365 ca.

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

…………..  

 

 

 

 

 

 

 

E’ armato cavaliere dagli speroni d’oro.

1322  

 

 

 

 

 

 

 

Lug.  

 

 

 

 

 

Umbria

Podestà a Perugia.

1326/1327 Chiesa Ghibellini Marche Contrasta i ghibellini con Gentile da Varano, Pagnone Cima, Accorimbono da Tolentino e Smeduccio Salimbeni. Ha l’incarico di capitano a Perugio l’anno seguente.
1332  

 

 

 

 

 

Toscana

Podestà a Firenze per il primo semestre dell’anno.

1333 Chiesa Ferrara  

 

Emilia

E’ nominato rettore di Bologna. Combatte gli estensi.

…………..  

 

 

 

 

 

Marche

Si insignorisce di Staffolo e di Penna San Giovanni.

1339  

 

 

 

 

 

Toscana

Ricopre l’incarico di podestà a Siena.

1340  

 

 

 

 

 

 

 

Ott.. Siena  

 

Capitano di guerra Toscana

Gli è riconosciuto un salario per sé e per la sua compagnia (giudici, cavalieri e fanti) di 20000 libbre.

1341 Siena Pisa  

 

Toscana
1342 Chiesa Jesi Marche Milita agli stipendi dello stato della Chiesa contro Lomo e Manetto da Jesi dalla primavera del 1342 a quella del 1343. E’ posto alla guardia del castello di Domo.
1343  

 

 

 

 

 

 

 

…………..  

 

 

 

 

 

Emilia

Podestà a Bologna per il secondo semestre.

Dic.  

 

 

 

 

 

Toscana

A Firenze come capitano del popolo. Gli sono concessi poteri straordinari.

1345  

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

 

 

E’ compreso nella pace stipulata tra i fiorentini e l’arcivescovo di Milano Giovanni Visconti.

………. Chiesa Marche Viene preposto alla guardia di Senigallia.
1347
Mag. Rimini Chiesa Marche Attacca il rettore della Marca fra Giovanni di Riparia;  affianca Malatesta Malatesta Guastafamiglia alla conquista di Osimo difesa vanamente da Lomo da Jesi.
1348  

 

 

 

 

 

 

 

Mg. giu. Ancona Osimo  

 

Marche

Combatte  agli stipendi degli anconetani;  assedia Osimo. A metà giugno la località cede con il castello agli attaccanti.

1352 Firenze Milano  

 

 

 

Milita per i fiorentini contro i viscontei ed i loro alleati della fazione ghibellina.

1363  

 

 

 

 

 

 

 

Dic. Firenze  

 

 

 

Toscana

Ricopre l’incarico di capitano del popolo a Firenze.

1365  

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleRICCIO DI SORAGNA
Next articleRINIERI DELLA SASSETTA
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email