RICCERI GRIMALDI

0
2660
La Battaglia di Cascina, copia del perduto cartone di Michelangelo eseguita da Aristotele da Sangallo nel 1542
La Battaglia di Cascina, copia del perduto cartone di Michelangelo eseguita da Aristotele da Sangallo nel 1542

RICCERI GRIMALDI

Nipote del signore di Monaco Carlo Grimaldi.

  • 1370 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attivitàAzioni intraprese ed altri fatti salienti
1362FirenzePisa400 fantiFrancia e Toscana

Viene assoldato a Nizza dal mercante fiorentino Francesco Alderotti con 400 balestrieri, la cui paga è stabilita in 7 fiorini mese. Si porta a Firenze con 2 figli e 2 figli di Perino Grimaldi, che militano anch’essi nella stessa compagnia. Nella città non trova per i suoi uomini i verrettoni specifici di cui ha bisogno. Sempre con l’ausilio dell’Alderotti ne fa trasportare da Genova 170 casse. Tali armi, per disposizione del doge di Genova Simone Boccanegra, non possono essere esportate. E’ superato il controllo della dogana facendole ricoprire nelle casse con paglia e zucchero.

1364
Apr.ToscanaAffronta la Compagnia Bianca di Alberto Sterz e di Giovanni Acuto, nonché 3000 barbute capitanate da Anichino di Baumgarten.
Lug.Toscana

Prende parte alla battaglia di Cascina. Manno Donati lo apposta con i suoi 400 balestrieri sulla strada che conduce a San Savino ed a Pisa con i fanti dei conti Guidi e quelli aretini. Colloca i suoi uomini in alcune case in rovina e rintuzza con i verrettoni il primo assalto portato dagli inglesi e dai pisani.

1370Muore.

 CITAZIONI

-“Uomo valoroso e stato in più battaglie campali.” VILLANI

Fonte immagine in evidenza: wikimedia

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi