RICCARDO PEPOLI Di Bologna

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1414      RICCARDO PEPOLI  Di Bologna. Figlio di Andrea Pepoli.

  • 1434 (gennaio)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1379
InvernoComp. venturaFirenze 

 

Toscana

Entra a far parte della compagnia di Alberico da Barbiano.

…………Comp. ventura 

 

 

 

Romagna

Passa al servizio di Carlo di Durazzo.

1380
Feb.Comp. venturaSiena 

 

Toscana

Si trova nel senese con Alberico da Barbiano e Giannozzo da Salerno.

…………Milano 

 

 

 

 

 

Agli stipendi del duca di Milano Gian Galeazzo Visconti.

1403
Feb.LombardiaPodestà a Bergamo.
Sett. 

 

 

 

 

 

Lombardia

E’ sostituito nell’incarico di podestà di Bergamo da Giovanni Vistarini.

1404
Feb.ChiesaGozzadini 

 

Emilia

Al servizio del cardinale legato Baldassarre Cossa (il futuro antipapa Giovanni XXIII). Contrasta Nanne Gozzadini;  si segnala all’ assedio di Pieve di Cento con numerosi cavalli e fanti. I difensori chiedono la resa a patti;  le loro richieste non sono accettate dai pontifici. Gli abitanti si ribellano ed il castello è consegnato ai pontifici.

1406
Gen. mar.ChiesaForlì 

 

Romagna

Attacca Forlì con 400 cavalli. Costretto a desistere a causa di una forte nevicata  ritorna a Bologna; a marzo riprende le operazioni di assedio. La città si arrende.

Nov. 

 

 

 

 

 

Emilia e Lazio

Alla morte del papa Innocenzo VII con Niccolò Roberti e molti cittadini accompagna a Roma il cardinale Cossa per il conclave.

1407
Gen. 

 

 

 

 

 

Lazio

A Roma come ambasciatore di Bologna per rendere omaggio al nuovo papa Gregorio XII.

1408
Ago. 

 

 

 

 

 

Toscana

Affianca il cardinale Cossa a Firenze.

Ott.CunioCunio 

 

Romagna

Aiuta Ludovico da Zagonara a riconquistare il castello di Lugo.

Dic. 

 

 

 

 

 

Emilia

Ha il compito di sovrintendere alla costruzione del castello di Crespellano.

1410
Apr.

 

Antipapa

 

Forlì

 

 

 

Romagna

Milita per l’antipapa Alessandro V.  Muove contro Forlì in cui è entrato Giorgio Ordelaffi; dopo venti giorni rientra a Bologna a causa di una grave malattia dell’ antipapa.

Giu. 

 

 

 

 

 

Romagna

Si trova a Faenza. Vi viene catturato con Lazzaro Pepoli allorché la città è recuperata da Giangaleazzo Manfredi e dai suoi fautori.

1411
Giu.BolognaRiminiCapitano  g.leEmilia

Assale Carlo Malatesta in San Giovanni in Persiceto: segue la pace tra i contendenti con il riconoscimento al capitano avversario di 30000 fiorini.

1412
Mag. lug.BolognaRimini 

 

Emilia

Riprende il conflitto con Carlo Malatesta; devasta le campagne e cattura 70 banditi di Bologna che combattono nella compagnia di Ludovico da Villanova; a luglio rientra a Bologna.

Ago. sett.

 

 

 

 

 

 

 

Emilia

 

Con Galeazzo Pepoli fa insorgere Bologna per restaurarvi il dominio dell’antipapa Giovanni XXIII; a fine settembre consegna le chiavi della città al cardinale Ludovico Fieschi. E’ nominato membro del consiglio cittadino.

Nov. 

 

 

 

 

 

Germania

Accompagna Giovanni XXIII al concilio di Costanza.

1420
Ago. 

 

 

 

 

 

Toscana

Con la caduta di Bologna in potere dei pontifici comandati da Braccio di Montone, con molti  cittadini è inviato a Firenze dove al momento risiede il papa Martino V, uscito dal concilio di Costanza.

1422
Mar.Chiesa 

 

 

 

Lombardia

Ambasciatore a Milano per conto del legato pontificio di Bologna.

1426
Mag. 

 

 

 

 

 

Romagna

Il duca di Milano Filippo Maria Visconti cede Imola ai pontifici; il Pepoli affianca il legato di Bologna nel suo ingresso nella città.

1428
Ago.BolognaChiesa 

 

Emilia

I bolognesi si ribellano allo stato della Chiesa; il Pepoli è chiamato a far parte degli Otto di Balia. L’anno successivo fa parte del Consiglio dei Riformatori.

1434 

 

 

 

 

 

 

 

Muore nei primi giorni di gennaio. Sposa un’Orsini.

 CITAZIONI

-“Essendo huomo assai bellicoso, e di gran prudenza ne’ maneggi, perciò fu adoperato assai nella Città.” DOLFI

 

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleRICCIO DA PARMA
Next articleRIGO PORRO Di Milano
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email