RAMBALDONE TORNIELLI

0
2248
Mura di Treviso
Mura di Treviso

RAMBALDONE TORNIELLI  (Ribaldone Tornielli) Di Novara. Ghibellino. Conte di Arona. Signore di Novara.

  • 1345 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1311
Ago.ImperoBresciaLombardiaMilita al servizio dell’imperatore Enrico di Lussemburgo. Si segnala all’assedio di Brescia.
1317
Dic.VeronaPadovaVeneto

Passa agli stipendi del signore di Cangrande della Scala. Entra in Monselice e ne rimane alla guardia. Esce dalla città; prende parte all’ espugnazione di Este: rimane alla difesa di tale località con Franceschino della Scala.

1324VeronaPadova TrevisoVeneto
1325
Gen.VenetoToglie ai Tempesta il castello di Brusaporco (Castelminio), messo a sacco e dato alle fiamme.
1327
Mag.Piemonte e VenetoCon il fratello Calcino ottiene il vicariato di Novara dall’imperatore Ludovico il Bavaro; è pure nominato conte di Arona.
1328
Nov.VeronaVenetoViene armato cavaliere da Cangrande della Scala. A Vicenza.
1329VenetoPodestà a Treviso.
1332
Mag.Veneto

A fine maggio il fratello Calcino viene fatto arrestare dal signore di Milano, l’arcivescovo Giovanni Visconti. Riesce a fuggire ed a raggiungerlo a Verona.

1336VeronaVeneziaVeneto

Contrasta le truppe dei veneziani e dei fiorentini. A dicembre è nuovamente nominato podestà di Treviso al posto di Pietro dal Verme.

1337
……..Veneto

Difende Treviso con Palmerio da Sesso e Giberto da Fogliano. Su ordine del signore di Verona Mastino della Scala  richiama in città i nobili cittadini, che si sono precipitati a difendere i loro castelli.  Impedisce a tutti di uscire dalla località.

Apr.VenetoAlla testa di 400 cavalli tedeschi respinge a Treviso un attacco condotto da Pietro di Rossi alla porta di San Tomaso.
Ago.Veneto

Con la ribellione di Padova fa imprigionare il suo vice, un Buzzaccarini, solo perché originario della città; espelle pure alcuni abitanti dopo avere loro imposto forti taglie. Quando i contadini del territorio si rifugiano in Treviso per timore delle milizie nemiche, scaccia anche costoro per la mancanza di vettovaglie.

……..VenetoCreditore di molte paghe e non soddisfatto nelle sue richieste, rinuncia al suo incarico.
1340
Feb.LombardiaA Mantova per le nozze del signore della città Ugolino Gonzaga con una sorella di Mastino della Scala.
1345VenetoMuore a Verona. Sposa Brusanante Malaspina, sorella del marchese di Cremolino, Tommaso.

 CITAZIONI

-“Uomo veramente sollecito ed ardito.” BONIFACCIO

-Con il fratello Calcino “Duo fulgura belli.” PLOTO

-Alle nozze di Ugolino Gonzaga “Rambaldino Tornielo donse/ una roba di morelo di grana,/ di vaio fodrata quella apresentoe.” ALIPRANDI

Fonte immagine in evidenza: wikimedia

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi