PIN DA BERGAMO

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

PIN DA BERGAMO

+ 1505 ca.

Anno, mese Stato. Comp.  ventura Avversario Condotta Area attività Azioni intraprese ed altri fatti salienti
1495  

 

 

 

 

 

 

 

Giu. Venezia Francia 100 fanti Emilia

Si trova nel parmense con 100 provvigionati.

Ago.  

 

 

 

 

 

Piemonte

Prende parte all’assedio di Novara. Con altri capitani veneziani si impadronisce del bastione e del rivellino di una porta del borgo di Sant’Agapito e dà fuoco ai rastrelli.

1497  

 

 

 

 

 

 

 

Sett. Venezia Firenze 150 fanti Toscana

E’ trasferito in Toscana per soccorrervi i pisani.

Dic.  

 

 

 

 

 

Toscana

Viene sconfitto e fatto prigioniero a Cascina da Paolo Vitelli e da Ranuccio da Marciano. E’ condotto a Firenze.

1498  

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Toscana

E’ rilasciato in cambio della liberazione di alcuni uomini d’arme.

Mar.  

 

 

 

 

 

Toscana

Aiuta i Malaspina a recuperare un castello.

Apr.  

 

 

 

 

 

Toscana

Lascia il pisano.

Ott.  

 

 

 

 

 

Toscana

Rientra in Toscana e con Paolo da Zara assedia Marradi con 500 fanti.

Dic.  

 

 

 

 

 

Toscana

Affianca Carlo Orsini alla difesa di Montalone con 100 fanti.

1499  

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Toscana

In Val  Trompia; ritorna a Montalone ed è costretto ad abbandonare tale località con Carlo Orsini: fra i fiorentini, nei vari scontri, rimangono feriti 150 uomini. Si ritira a Chiusi.

Feb.  

 

 

 

 

 

Veneto

Si reca a Venezia. Elogia il comportamento di Carlo Orsini, critica quello di Bartolomeo d’Alviano e, soprattutto, quello di Guidobaldo da Montefeltro.

Lug. Venezia Milano 100 fanti  

 

Ago.  

 

 

 

 

 

Lombardia

I suoi uomini si trovano in un tale stato di disordine che vengono biasimati nel Collegio dei Pregadi. Riceve due paghe, raggiunge l’esercito a Pontoglio ed entra nella rocca di Caravaggio, malamente difesa da Giacomo Secco.

Sett.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Si porta a Brescia; è spostato a Ravenna allorché i pontifici di Cesare Borgia si  impossessano di Urbino.

Dic.  

 

 

 

 

 

Romagna

Si ammala gravemente a Cervia.

1502
Giu. Romagna In Romagna per arginare l’avanzata di Cesare Borgia in tale territorio.
1503  

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Romagna

Si ristabilisce dalla sua malattia.

Sett.  

 

 

 

 

 

 

 

Il Consiglio dei Savi gli aumenta la condotta per i suoi meriti a 100 fanti ed a 25 cavalli leggeri.

Ott.  

 

 

 

 

 

Romagna

Rientra in Romagna con i suoi uomini. Giunge a Cervia;  50 dei suoi fanti danneggiano il riminese suscitando le lamentele di Pandolfo Malatesta.

Nov.  

 

 

 

 

 

Romagna

A Montefiore Conca con Giorgio Gabriel; di seguito  si muove verso Rimini; quando la città si ribella al Malatesta occupa la rocca dopo averla ottenuta in cambio di 1000 ducati. Sempre con il provveditore Gabriel, si impadronisce di Verucchio e del porto di Cesenatico; da ultimo, passa ad assediare Faenza. Riceve la paga ed ha l’incarico di occupare Meldola.

Dic.  

 

 

 

 

 

Romagna

Il provveditore generale Cristoforo Moro lo incarica di impossessarsi del castello di Cusercoli ai danni di Guido Malatesta.

1504  

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Romagna

A Meldola alla mostra dei suoi uomini tenuta dal provveditore Faustino Barbo.

Mar.  

 

 

 

 

 

Romagna

Si trova sempre a Meldola per controllare i movimenti dei fiorentini.

1505  

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

CITAZIONI

“Fidelissimo nostro.” SANUDO

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email