PIETRO DA SOMMA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

PIETRO DA SOMMA

  • 1465 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1447FirenzeNapoliToscana

Ha l’incarico di controllare i confini con il senese.

1449
Sett.Firenze165 fantiToscanaE’ ricondotto dai fiorentini. Milita agli ordini di Gregorio d’Anghiari. A settembre è sollecitato a lasciare la Lunigiana per trasferirsi a Pisa.
1450
Mag.Chiesa200 fantiUmbria

Ad Orvieto, per prevenirvi un’eventuale ribellione degli abitanti a seguito della costruzione nella città di una nuova rocca.

1452

Ago. sett.

 

Firenze

 

Napoli200 fantiToscana

Resiste per un mese e mezzo in Foiano della Chiana quando la località è investita dagli aragonesi. Ai primi di settembre si arrende a patti e rientra a Firenze.

1453AnguillaraLazio

Milita al servizio di Everso dell’ Anguillara.

1454
Mag.ChiesaSpoletoUmbria

E’ inviato in soccorso di Norcia con Bartolomeo dell’ Aquila ed Angelo di Roncone;  contrasta gli spoletini comandati dall’ Anguillara.

1455
PrimaveraChiesaLazioAlla morte senza eredi di Corrado Monaldeschi, istigato da Francesco Vitozzi si unisce con gli abitanti di Bagnoregio per conquistare il castello di Cervara ai danni di Luca Monaldeschi della Cervara. Questo sarà immediatamente demolito.
Lug.ChiesaUmbria e LazioSu ordine del governatore di Orvieto scorta gli abitanti di tale città decisi a ristabilire i cippi di confine del loro territorio spostati  in modo arbitrario di un miglio, in località Litigato, dagli abitanti di Bolsena e da quelli di Bagnoregio.
1456
Mar.ChiesaComp. venturaToscana

Combatte contro Jacopo Piccinino;  prende parte all’assedio di Orbetello con Andrea Corso. I suoi uomini si scontrano al campo con gli alleati sforzeschi e sono quasi tutti svaligiati: interviene Corrado da Fogliano e sono loro restituiti i  beni.

……………Lazio

Sulla fine dell’anno entra in Viterbo con Giovanni Pazzaglia ed il commissario pontificio Francesco Numai.

1458
Ago.ChiesaComp. ventura100 fantiUmbria

Alla morte del papa Callisto III è inviato dal protonotario apostolico Giacomo Nardini ad Assisi con 100 fanti per opporsi alle mire di conquista della città da parte di Jacopo Piccinino.

……………Lazio

Occupa Soriano nel Cimino su incarico del papa Pio II;  vi cattura Palamo Orsini che ha coadiuvato l’Anguillara nell’uccidere a Vico Prencivalle Gatti.

1461
Apr.ChiesaAngiò200 fanti e 30 cavalliLazio

E’ inviato in soccorso degli aragonesi impegnati nel conflitto contro le truppe di Giovanni d’Angiò. Si collega con Giovanni Conti (600 cavalli e 300 fanti) ed Antonio Piccolomini (800 cavalli e 400 fanti);  vince la resistenza frapposta loro dal duca di Sora  Giovanpaolo Cantelmi e dal conte di Sermoneta Onorato Gaetani che tentano inutilmente di impedire loro il passo.

1465

Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email