PIETRO DA BEVAGNA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

PIETRO DA BEVAGNA  (Pietro Ranaldi)

+ 1450 ca.

Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1439
…………..Chiesa 

 

 

 

 

 

Milita al servizio del papa Eugenio IV.

Lug.ChiesaFoligno100 cavalli

 

 

 

Segue il cardinale Giovanni Vitelleschi contro Corrado Trinci al comando di 100 cavalli e di 100 fanti.

1440
…………..ChiesaMilano80 lanceUmbria

Viene inviato in soccorso dei fiorentini per contrastare l’avanzata di Niccolò Piccinino fermo nei pressi di Città di Castello. Con Troilo da Rossano (altre 100 lance) si pone alla difesa della località: alcuni fanti e 30 schioppettieri, pure spediti alla volta di Città di Castello, sono, invece, catturati dagli avversari.

Giu. 

 

 

 

 

 

Toscana

Partecipa alla battaglia di Anghiari;  con Simoncino d’Anghiari ha l’incarico di proteggere il fianco destro dell’esercito pontificio.

1442
Gen.ChiesaSforza 

 

Umbria

Contrasta il Sarpellione nei pressi di Orvieto.

Estate 

 

 

 

 

 

Lazio e Marche

Con Antonio Rido raduna 800 uomini a Soriano nel Cimino e si congiunge con le schiere di Angelo di Roncone; si sposta nella selva di San Giovanni per assalire il Sarpellione. Si trasferisce, da ultimo, nelle Marche.

1443
Nov. 

 

 

 

 

 

Marche

Affianca Domenico Malatesta, Roberto da Montalboddo ed Angelo di Roncone a Montelabbate (4000 cavalli) per tagliare la strada agli avversari: non riesce ad impedire che Francesco Sforza e Sigismondo Pandolfo Malatesta forzino il guado del Foglia e sconfiggano successivamente i pontifici a Montelauro. Coinvolto nella disfatta, si rifugia prima in tale castello, salvo a fuggirne allorché esso viene investito dagli avversari.

1446
Ott.FirenzeChiesa 

 

Marche

Prende parte all’ assedio di Gradara agli ordini di Francesco Sforza.

…………..FirenzeMilanoLombardiaE’ trasferito in Lombardia.
1447
Ott.FirenzeNapoli 

 

Toscana

E’ richiamato in Toscana per combattere gli aragonesi.

1448
Lug.Toscana

Affianca Sigismondo Pandolfo Malatesta e Gregorio d’Anghiari a Campiglia Marittima.

1450

Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Previous articlePIETRO BRUNORO
Next articlePIETRO DA BRESCIA
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.