PAOLO COLONNA

0
1791

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

PAOLO COLONNA  Ghibellino. Signore di Soriano nel Cimino.

  • 1435 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1413LazioE’ eletto tra i conservatori di Roma a seguito della conquista della città da parte delle milizie angioine del re di Napoli Ladislao d’Angiò.
1425
Mag. sett.ChiesaS. Severino MarcheMarche Lazio

Di stanza a Macerata, con Ludovico Colonna e Rocca di Ferro recupera per lo stato della Chiesa San Severino Marche a spese di Antonio da San Severino. A fine settembre è segnalato a Roma. In tale occasione gli sono consegnati dalla Camera Apostolica 75 fiorini per il mantenimento della sua compagnia. Nella medesima occasione ne sono consegnati, sempre per il medesimo motivo, 35 a Bucco di Faro ed 800 al Gattamelata ed a Brandolino Brandolini.

1429
Ago.ChiesaBolognaEmilia

Al servizio del papa Martino V. Prende parte all’assedio di Bologna agli ordini di Jacopo Caldora. Alla guardia della bastia di Santa Maria del Monte con Raffaele Spinola è assalito dai bolognesi; l’attacco è respinto ma entrambi i condottieri sono catturati.

1430
Dic.FirenzeLucca50 lanceToscanaE’ sconfitto nella battaglia del Serchio da Niccolò Piccinino. Fatto prigioniero, viene condotto a Lucca.
1431
Mag.Vico ColonnaChiesaLazio

Con Orlando degli Orlandi di Genazzano scende da Soriano nel Cimino e si pone alla testa di molti armati per depredare i territori di Viterbo e di Toscanella (Tuscania): razzia numeroso bestiame e la sera si riduce a Vetralla per congiungere le sue forze con  quelle del prefetto Giacomo di Vico. I viterbesi  si muovono ai danni di Soriano nel Cimino per liberare i prigionieri e recuperare il bestiame. Il Colonna si scontra con costoro, è respinto due volte ed è obbligato a riparare a Vetralla.

…………..LazioPreda nei pressi di Roma 700 bovini e li conduce nel contado di Vetralla. Interviene Everso dell’ Anguillara; sconfitto, Paolo Colonna deve abbandonare il bestiame.
1435Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi