OTTAVIANO DI SAN LORENZO

0
777

Condottieri di ventura

0888      OTTAVIANO DI SAN LORENZO  (Roberto da San Lorenzo) Di Perugia. Conte.

+ 1526 (settembre)

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1496 Firenze Pisa  

 

Toscana

Catturato in combattimento, viene liberato in cambio di Rinieri della Sassetta.

1497  

 

 

 

 

 

 

 

Gen. Francia  

 

 

 

Romagna Toscana

Sposato, la moglie lo abbandona a Roma per fuggire con un suo cancelliere. La  donna è catturata dai francesi; consegnata al re Carlo VIII ne diviene l’amante e dà  un figlio naturale al monarca. A gennaio il San Lorenzo è assoldato dai francesi e gli viene riconosciuta una provvigione annua di 5000 ducati. Transita per Cesena ed è diretto a Firenze.

1498  

 

 

 

 

 

 

 

Sett. Venezia Firenze  

 

Toscana

Milita al soldo del duca di Urbino Guidobaldo da Montefeltro per i veneziani contro i fiorentini. Gli è concesso uno stipendio annuo di 400 ducati.

1523  

 

 

 

 

 

 

 

Ott. Venezia Francia 300 fanti  

 

1524  

 

 

 

 

 

 

 

Feb.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Attraversa l’Adda con i suoi provvigionati;  affianca Francesco Maria della Rovere al campo di Binasco.

Mar.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Agli ordini di Carlo da Gubbio prende parte all’espugnazione di Garlasco.

Nov.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Si trova a Brescia con 300 fanti.

1525  

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Passa alla difesa di Bergamo.

Mag.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Gli uomini della sua compagnia provocano nel borgo di San Lorenzo a Bergamo alcuni disordini che terminano con l’uccisione di un suo soldato ed il ferimento di un altro mentre fra gli abitanti si contano quattro morti ed otto feriti. Il San Lorenzo è spostato a Martinengo.

Giu.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Si reca a Lodi;  entra nella città per la Porta Reale.

Ott.  

 

 

 

 

 

Lombardia

A Palazzolo sull’Oglio con 300 fanti.

1526  

 

 

 

 

 

 

 

Giu. Venezia Impero  

 

Lombardia

Esce da Crema;  prende parte alla conquista di Lodi agli ordini di Malatesta Baglioni.

Lug.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Al campo di Melegnano. Si unisce con Gentile di Carbonara (500 archibugieri);  con il sostegno di Giovanni dei Medici assale a Milano Porta Romana alla cui difesa si trova lo spagnolo Giovanni di Santacroce con 300 archibugieri e 100 cavalli leggeri. Gli avversari sono inizialmente ricacciati nei borghi con la perdita di 160 uomini tra i quali lo stesso capitano avversario; respinto a sua volta il San Lorenzo ritorna al campo di Melegnano.

Ago.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Sempre con il Carbonara ha una nuova scaramuccia con gli imperiali usciti da Milano: nel corso dell’azione è colpito da due palle di archibugio, una alla coscia destra sopra il ginocchio e l’altra al braccio sinistro.

Sett.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Muore per le ferite riportate.

  CITAZIONI

“…conte/ da san Laurentio segue il suo signore (Francesco Maria della Rovere)/ sembra costui quel che difese il monte/ ne l’arme pien d’ardire e di valore/ però voi muse del castalio fonte/ cantando celebrati il suo (f)ulgore/ ch’eterno honor ne sia triumpho e gloria/ lassar di quello oggi immortal memoria.” CANDELFINO

 

Print Friendly, PDF & Email