ORLANDO SALAMONCELLI

0
2338

Condottieri di ventura

1684      ORLANDO SALAMONCELLI  (Edoardo Salamoncelli) Di Lucca. Fuoriuscito.

  • 1370 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1355
Lug. ago.FuoriuscitiLuccaToscana

Guelfi e ghibellini di Lucca decidono di scacciare dalla città i pisani. Orlando Salamoncelli si unisce con Giovanni degli Obizzi;  muove (200 cavalli) contro Lucca alla testa dei fuoriusciti guelfi;  il tentativo di cogliere di sorpresa la città fallisce a causa del ritardo all’appuntamento di Valeriano e di Arrigo Castracani. Ad agosto avviene il ricongiungimento dei fuoriusciti guelfi e ghibellini. Assieme assediano con 400 cavalli e 2000 fanti Castiglione di Garfagnana. Vengono loro contro pisani e senesi con 6000 fanti e 700 cavalli. Fiducioso nel vantaggio della sua posizione, si accorge in ritardo che il capitano avversario, Biordo degli Ubertini, ha aggirato l’altura su cui si sono posti gli assedianti e che si è impadronito del passo per il quale transitano i rifornimenti diretti ai suoi alloggiamenti. Lascia di notte il campo; si salva nel Frignano dove la compagnia si scioglie.

1367
Mar.FirenzeComp. venturaUmbria e Toscana

E’ inviato in soccorso di Perugia per difendere la città e le terre dagli attacchi portati dalla compagnia di Giovanni Acuto e dai pontifici del cardinale legato Egidio Albornoz. Con la sconfitta di Ponte San Giovanni rientra in Toscana.

1369
Apr.ImperoPisaToscana

Ritornato a Lucca con  Giovanni degli Obizzi, altri fuoriusciti lucchesi (300 cavalli) e le truppe dell’ imperatore Carlo di Boemia contrasta i pisani in Val di Serchio. Ritorna a Lucca carico di prede dopo avere infestato il territorio avversario.

1370Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi