OLIVO/OLIVO ATTENDOLO

0
1882

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

OLIVO/OLIVO ATTENDOLO  (Olivo da Barbiano) Di Cotignola. Signore di Alianello. Nipote di Micheletto Attendolo.

  • 1450 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAver sarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

…………..E’ inserito nelle compagnie di Muzio Attendolo Sforza.
1425/143012 cavalliMilita nelle compagnie di Micheletto Attendolo.
1431
Giu.FirenzeLucca10 lanceToscanaAlloggia con 250 cavalli nei pressi di Poppi.
143233 cavalli
1433
Ago.ChiesaFortebraccioLazio ed Umbria

Si muove verso Vetralla; per strada si imbatte in 60 cavalli ed in 200 fanti che si stanno muovendo da tale località per puntare su Sutri al fine di metterla a sacco. Le milizie di Niccolò Fortebraccio  sono guidate  dal Camuso, da Battista Bevilacqua e da Angelo di Roncone. Sconfigge gli avversari;  fa prigioniero il Bevilacqua con sedici uomini d’arme e più di 100 fanti. I fanti sono rilasciati. Sono trattenuti otto abitanti di Vetralla dai quali trae una taglia;  sono pure razziate molte pecore. Viene inviato con Giovanni Gatti in soccorso di Orvieto alla testa di 200 cavalli e di 200 fanti.

1434
Giu.LazioSi muove sempre nelle vicinanze di Vetralla con Francesco Sforza per  contrastarvi Niccolò Fortebraccio e Niccolò Piccinino.
…………..NapoliRe d’AragonaBasilicata

Si trasferisce nel regno di Napoli e vi combatte gli aragonesi a favore degli angioini. Ottiene il feudo di Alianello in Basilicata dallo zio Micheletto.

1435/143833 cavalli
1439/144069 cavalli
1443
Feb.CampaniaPresenzia alla seduta del parlamento generale del regno di Napoli avvenuta dopo l’ingresso in città del re Alfonso d’Aragona.
1444100 cavalli
1445
Primo semestreVeneziaMilano145 cavalliLombardiaMilita sempre come caposquadra nella compagnia dello zio Micheletto Attendolo.
Secondo semestre172 cavalli
1446
Primo semestre147 cavalli
1447
Mar.VeneziaMilano67 lanceLombardiaCombatte le truppe della Repubblica Ambrosiana. Gli è concessa la condotta per un anno di ferma e sei mesi di rispetto.
1450Muore.

 CITAZIONI

“Grazie al mestiere delle armi riuscì a farsi investire di due piccole signorie della Basilicata.” SPADA

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi