MUSACCHINO DI MUSACCHIO

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1206      MUSACCHINO DI MUSACCHIO  (Niccolò della Morea)

  • 1535 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1499
Lug.FirenzePisaToscanaAffianca Paolo Vitelli contro i pisani. Prende parte all’assedio di Pisa. Scorre nel territorio circostante con i suoi cavalli leggeri. A San Jacopo, in Val di Serchio cattura alcuni cittadini fuggiti dal capoluogo. Fra costoro vi è anche Cecco del Torto che  Musacchino di Musacchio deruba di 200 ducati fra gioielli e contanti; nella medesima circostanza insegue vanamente Filippo Marchiani che riesce a riparare in Lucca.
Nov.25 cavalli leggeriToscanaAl campo contro i pisani. Ha il compito di impadronirsi di quattrocento bovini che pascolano a Barbaricina. A metà mese effettua un servizio di scorta ad alcuni mercanti che trasportano i loro beni al campo. Nel periodo ha il comando di 25 cavalli leggeri.
1500
Giu.FirenzePisaToscanaAi primi del mese scorre nel pisano con il capitano degli svizzeri, militanti al soldo dei francesi, Guerriero. In una scaramuccia vengono entrambi feriti dagli avversari.
1503
Apr.FirenzePisaToscanaDi stanza al campo di Cascina.
Mag.40 cavalli leggeriToscanaHa il comando di 40 cavalli leggeri. Collabora con il commissario generale Antonio Giacomini.
1504
Giu.FirenzePisaToscanaAl campo di Cascina. Con Marcantonio Colonna e Silvio Savelli ha l’incarico di scorrere a Riglione e di devastarne il territorio. I tre condottieri si avvicinano alle mura fuori dalla gittata delle artiglierie senza trovare alcuna resistenza nei pisani.
Ago.40 cavalli leggeriToscana

Combatte i pisani agli ordini di Chiriaco dal Borgo. Ha l’incarico di proteggere i lavori dei guastatori impegnati nel tagliare gli argini dell’Arno a Lari.

1505
Ago.FirenzeComp. venturaToscana

Affronta le truppe di Bartolomeo d’Alviano. Partecipa alla battaglia di Campiglia Marittima dove con 50 cavalli attacca inizialmente le retroguardia nemica. Con la vittoria si pone all’inseguimento degli avversari.

Sett.FirenzePisaToscana

Alla guardia di Livorno. Esce dalla città e cattura sedici cavalli e dodici fanti pisani che si sono spinti per una scorreria in tale territorio. Le due guide degli avversari sono impiccate.

Ott.ToscanaE’ sempre di stanza a Livorno.
1506Toscana

Affianca Marcantonio Colonna. In un’azione verso il Monte di San Giuliano cattura  tredici pisani e tre ambasciatori lucchesi.

1507
Ago.ToscanaCon Paolo da Parrano e Bandino da Castel della Pieve scorre sino alle mura di Pisa alla testa di 200 cavalli leggeri e di 1000 fanti. I tre capitani si impadroniscono nei borghi del capoluogo di centoventi capi bovini e fanno prigionieri trenta contadini: per ogni prigioniero viene consegnato un ducato al soldato che lo ha catturato.
1512
Giu. lug.Firenze FirenzeVenezia ImperoLombardia ToscanaE’ spedito dai fiorentini con Luca Savelli in soccorso dei francesi per combattere veneziani e pontifici. Sconfitti dagli avversari, le loro milizie sono svaligiate. Ritorna a Pisa;  deve subito affrontare gli imperiali. E’ inviato a San Miniato agli ordini di Girolamo del Monte a Santa Maria.
Ago.FirenzeSpagnaToscana

A seguito della caduta di Prato nelle mani degli spagnoli scorta con 40 balestrieri a cavallo il gonfaloniere di Firenze Piero Soderini nella sua fuga dalla città verso Siena.

1515
Ago.FirenzeFrancia30 cavalli leggeriToscana

Si trova alla rassegna dei suoi uomini.

1517
Mar.ToscanaSegnalato a Castel di Mezzo nei pressi di Fiorenzuola.
1527
Giu.FirenzeImpero40 cavalli leggeriToscanaFirenze si ribella ai Medici. Appoggia i rivoltosi;  gli viene aumentata la condotta.
Lug.ToscanaGli abitanti di Barga svaligiano gli ambasciatori imperiali Bartolomeo di Gattinara e Ludovico di Lodrone che stanno attraversando la Toscana con un salvacondotto dei fiorentini.  Il Musacchino di Musacchio si dirige a Barga con il commissario Zanobi Buondelmonti ed esegue la missione di recupero delle prede con prudenza.
1529
Nov.ToscanaOpera in Val di Pesa con Iacopo Bichi ed Amico d’Arsoli. Con tali condottieri cattura 100 cavalli, per lo più spagnoli, che sono condotti prigionieri ad Empoli. Coadiuva l’azione del commissario Francesco Ferrucci verso Castelfiorentino.
1530
Mag.ToscanaSegue ancora il Ferrucci con 200 cavalli alla riconquista di Volterra. Esce dalla rocca con l’Arsoli e Gherardo della Gherardesca ed assale le trincee alla cui difesa si trovano le compagnie di Giovambattista Borghese coadiuvate da molti abitanti. Nello scontro rimangono sul terreno, d’ambo le parti, 300 fanti; superiore è il numero dei feriti.
Lug.ToscanaE’ segnalato alla difesa di Firenze con Michele da Montopoli e Mattia da Varano.
1535Muore.

 CITAZIONI

-Con Giovanni Musacchio “E questi due sono antichi fino di quelli che erano alla guerra di Pisa, e sono albanesi.” ALBERI

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email