MICHELE RALI

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Condottieri di ventura

1559      MICHELE RALI

+ 1517 (luglio)

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1512  

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu. Venezia Francia  

 

Veneto

Ha ai suoi ordini sei stradiotti.

1513  

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug. Venezia Spagna Impero  

 

Veneto

Si trova alla difesa di Treviso. Al comando di nove stradiotti.

1514  

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug.  

 

 

 

 

 

Friuli

Ai suoi ordini vi sono diciassette stradiotti.

Nov.  

 

 

 

 

 

Friuli

A Cividale del Friuli con Niccolò Paleologo e Teodoro Clada; ha l’incarico dal governatore Taddeo della Volpe di sorprendere Niccolò Savorgnano che si sta dirigendo verso Gradisca d’Isonzo con molti cavalli croati ed ungheri. Viene tesa agli avversari un’imboscata a Monte Medea;  l’azione termina con l’uccisione di quattordici avversari e la cattura di 50 cavalli.

1515  

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug.  

 

 

 

 

 

Friuli

E’ segnalato verso Strassoldo con Taddeo della Volpe: inviato in avanscoperta giunge a Monte Medea; nella scaramuccia sono catturati due suoi uomini; giunge in suo soccorso Teodoro dal Borgo che con altri capitani costringe gli imperiali a ritirarsi con due morti e diciotto prigionieri.

Sett.  

 

 

 

 

 

Veneto

E’ segnalato nel vicentino.

1516  

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Veneto

Prepara un agguato a San Giacomo del Gagia con il provveditore Giacomo Manolesso ed i condottieri Giovanni Naldi, Troilo Pignatelli e Giulio Manfrone. Inseguito da ingenti forze avversarie ripara a Villanova.

Mar.  

 

 

 

 

 

Veneto

Opera nel vicentino.

Giu.  

 

 

 

 

 

Veneto

Staziona sotto Verona con Niccolò Rali in un vano tentativo volto alla distruzione dei raccolti: il suo operato è elogiato da Giacomo Manolesso.

Ago.  

 

 

 

 

 

Veneto

Lascia Vicenza con i suoi uomini; trasporta ai veneziani accampati sotto Verona 3000 ducati destinati alle paghe delle truppe. Prende parte ancora una volta alle operazioni di assedio della città.

Dic.  

 

 

 

62 stradiotti Veneto

 

1517  

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

34 stradiotti Friuli

Al termine del conflitto è spostato in Friuli; è ridimensionato l’organico a sua disposizione;  gli è riconosciuta una provvigione di 15 ducati per paga, per otto paghe l’anno.

Lug.  

 

 

 

 

 

Veneto

E’ ucciso a Venezia da alcuni stradiotti di origine albanese a San Mosè. I veneziani concedono alla madre ed alla sorella una provvigione annua di 64 ducati.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleMELCHIORRE RAMAZZOTTO
Next articleNICCOLO DA RIMINI
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email