MARIANO ABIGNENTE

0
2424
MARIANO ABIGNENTE

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

MARIANO ABIGNENTE ( Mariano Marcio Abignente, Mariano da Sarno ). Di Sarno.

1471-1521

MARIANO ABIGNENTE
Mariano Abignente, Convento di San Domenico Sarno (SA)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1503
Feb.SpagnaFranciaPugliaE’ uno dei 13 campioni italiani protagonisti della disfida di Barletta. Dopo la vittoria è armato cavaliere da Consalvo di Cordoba.
1508
Ago.SpagnaMilita nella compagnia di Andrea da Capua. A lui ed a Fanfulla da Lodi sono consegnati 27,5 ducati.
1509Nel periodo la sua paga complessiva ascende a 110 ducati l’anno.
…………SpagnaE’ inquadrato nella compagnia del conte di Potenza Giovanni di Guevara.
1510
Feb.CampaIl viceré di Napoli dà l’assenso ad una donazione fatta a suo favore (due cartiere a Sarno) dal conte di Sarno Girolamo Tuttavilla.
1512
Apr.SpagnaFranciaRomagnaFa parte della compagnia di Prospero Colonna. Il suo stipendio è ora di 240 ducati l’anno. E’ presente alla battaglia di Ravenna.
Ago.SpagnaFirenzeToscanaPrende parte al sacco di Prato.
1513
Giu.SpagnaCalabria

A Santa Severina, alla testa di 99 balestrieri a cavallo,  riduce all’obbedienza Andrea Carafa. Riceve come anticipo la somma di 500 fiorini, pari al costo della compagnia.

1516SpagnaRitorna a militare nella compagnia del conte di Potenza Giovanni di Guevara.
1521Spagna

Ha l’incarico di maestro di campo agli ordini di Luigi Herrera. Muore a Sarno. E’ sepolto nella chiesa di San Francesco, nella cappella dell’ Immacolata, di cui la sua famiglia ha il patrocinio. Nel 1675 suoi discendenti hanno rifatto il monumento eretto inizialmente a suo onore. Nel 1893, per ricordare le sue gesta, è stata innalzata una statua di bronzo (opera di G. B. Amendola)  nella piazza principale di Sarno di fronte alla sede comunale.

UNA CITAZIONE

-“Ricordato quale £gloria Sarni” dal vescovo di Penne G. B. Valentini, detto il Cantalicio,  nel suo poema “De bis recepta Partenope. Gonsalia (Neapoli 1506).” BALDUCCI

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi