MARCO ANTONIO DA FAENZA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

0628      MARCO ANTONIO DA FAENZA

+ 1535 ca.

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario

 

Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1521
Nov. Venezia Impero  

 

Lombardia

Alla difesa di Milano. Tenta vanamente di difendere Porta Romana da un attacco portato da 1000 archibugieri spagnoli. Messo in fuga, ripara a Trezzo sull’Adda con Antonio da Castello e Maffeo Cagnolo.

1522
Feb.  

 

 

 

114 fanti Lombardia

Si trova al campo di Rovato; è inquadrato nel colonnello di Babone Naldi.

…….. 130 fanti Lombardia

Di stanza a Bergamo.

Lug.  

 

 

 

75 fanti  

 

Al termine del conflitto il numero degli uomini a sua disposizione viene ridotto da 130 a 75.

1523
Sett.  

 

 

 

 

 

 

 

Fa sempre parte del colonnello di Babone Naldi.

Ott. Venezia Francia 200 fanti Lombardia

Ritorna alla difesa di Bergamo.

1524
Mar.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Al campo di Tromello, nel pavese, agli ordini di Francesco Maria della Rovere.

Apr.  

 

 

 

 

 

Piemonte

Viene trasferito a Casalino nel novarese.

Giu.  

 

 

 

 

 

 

 

Il Consiglio dei Savi gli riconosce una provvigione di 10 ducati per paga, per otto paghe l’anno.

1525      

Sett. Venezia Impero Lombardia

A Bergamo

Nov.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Prende alloggio in Bergamo con i suoi 100 fanti.

1526
Mag.  

 

 

 

80 fanti Friuli

A Sacile ed a Cividale del Friuli per contrastare gli imperiali.

Lug.  

 

 

 

200 fanti Friuli e Lombardia

Spia i movimenti degli avversari verso Gorizia. Gli è dato il comando di 200 fanti;  rientra in Lombardia.

Ago.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Segue Malatesta Baglioni all’assedio di Cremona. Entra nel castello con Guido Naldi e Gabriele dalla Riva per distruggere le trincee costruite attorno ad esso dagli avversari.

Sett. 84 fanti Lombardia
1527
Giu.  

 

 

 

 

 

Friuli e Romagna

Lascia Cividale del Friuli; gli viene consegnato del denaro per raccogliere 200 fanti ed è inviato a Ravenna. Raggiunge la città e contribuisce a respingere un assalto portatovi da Guido Rangoni e dai Rasponi con l’aiuto degli imperiali. Esce da Ravenna e segue Giovanni Naldi nel suo attacco a Cotignola.

1528
Gen.  

 

 

 

 

 

 

 

Il Consiglio dei Savi gli aumenta la provvigione in tempo di guerra da 20 a 25 ducati per paga e gliene riconosce una di 15 ducati in tempo di pace (sempre per otto paghe l’anno).

Sett.  

 

 

 

 

 

 

 

Si discute a Venezia nel Collegio dei Pregadi su una sua possibile candidatura come governatore dei cavalli leggeri a Cipro.

1529    

Mar. 50 fanti Veneto

Connestabile a Treviso.

1535    

Muore.

 CITAZIONI

-“Era homo molto dabene, valente et sviscerato al stato della illustrissima Signoria.” SANUDO

 

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleMANFREDO FAGGIN
Next articleMARTINO DA FAENZA
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email