MALATESTA MALATESTA Figlio di Pandolfo

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

MALATESTA MALATESTA  Figlio di Pandolfo Malatesta, fratello di Sigismondo Malatesta e di Galeotto Malatesta.

  • 1564
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1522MalatestaChiesa 

 

Romagna

Segue il fratello Sigismondo nel tentativo di recuperare Rimini.

1527/ 1528

 

MalatestaChiesa 

 

Romagna

Affianca ancora il fratello Sigismondo alla conquista di Rimini. Nel 1528 il padre gli affida il  governo della città; esercita il suo mandato con umanità. Ciò suscita le ire di Sigismondo che, a marzo, lo allontanerà dall’ incarico.

1529
Ago.VeneziaImpero444 fantiLombardia

Si trova a Bergamo.

Ott. 

 

 

 

 

 

Lombardia

I suoi uomini saccheggiano il bergamasco, ne razziano il bestiame e violentano donne; sono accusati di comportarsi come se fossero in territorio nemico.

1532
Giu. 

 

 

 

 

 

Lombardia

Prende parte a Ghedi alla rassegna degli uomini d’arme di Francesco Maria della Rovere.

……….Firenze 

 

 

 

Toscana

Al servizio del duca di Firenze Cosimo dei Medici.

1536FranciaImpero 

 

Piemonte

Fronteggia a Pinerolo le truppe del duca di Savoia.

1549
Mag.InghilterraScozia 

 

Gran Bretagna

Milita al servizio del re d’Inghilterra Edoardo VI.

1554
Ago.FranciaImpero 

 

Toscana

Partecipa alla battaglia di Marciano.

……..FranciaImperoPiemonte
………VeneziaImpero Ottomano 

 

Grecia

Ritorna al servizio dei veneziani per molti anni;  si segnala in modo particolare nella guerra di Candia.

………. 

 

 

 

 

 

Veneto

Rientra in Italia;  sempre per la Serenissima ricopre l’incarico di governatore di varie città, fra le quali Peschiera del Garda e Treviso.

1564Veneto

Muore a Treviso.

 CITAZIONI

-“Il quale versato assai nella militia, percioché fu in tutte le guerre del tempo suo.” SANSOVINO

-“Visse angustiato dalla povertà, a segno che nel 1541 chiese per carità un sussidio di 25 scudi al duca di Ferrara, di cui godé sempre la protezione.” LITTA

-“Soldato valoroso e capitano prudente.” BERCHET

-“Fu versatissimo nella milizia e si acquistò buon nome in diverse imprese.” CLEMENTINI

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email