LUDOVICO DI SAN BONIFACIO

0
2727

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

LUDOVICO DI SAN BONIFACIO Di Verona. Conte. Genero di Antonio Pio.

  • 1511 (novembre)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1509
Apr.VeneziaFrancia Impero30 lanceLombardiaAl campo di Pontevico. E’ inquadrato nel colonnello di Antonio Pio.
Mag.LombardiaPrende parte alla battaglia di Agnadello.
Lug.Veneto

E’ segnalato alla riconquista di Padova; entra nella cittadella dove si sono rifugiati i disertori ed i nobili dissenzienti alla Serenissima come Leonardo da Trissino, il governatore imperiale Bartolomeo Fermiano ed il conte di Terlago. Salva la vita ad Aleduse e Ludovico Buzzaccarini che fa uscire dal castello travestiti da servitori:  il provveditore generale Andrea Gritti ha, infatti, dato l’ordine di impiccarli.

Ago.37 lanceVeneto

Alla difesa di Padova, sempre inquadrato nel colonnello di Antonio Pio; ha l’incarico di sorvegliare il tratto di mura che corre da Porta Savonarola fino al Carmine.

Nov.Veneto

Con il suocero Antonio Pio minaccia i veneziani di abbandonare i loro stipendi a causa del ritardo delle paghe; fa pressione affinché si attacchi Vicenza.

1510
Feb.40 lanceVenetoAl campo di San Bonifacio.
Mar.VenetoSi lamenta con le autorità veneziane perché il provveditore di Lonigo gli ha fatto sequestrare del frumento. Viene soddisfatto nella sua richiesta.
Apr.50 lanceVeneto

Gli è aumentata la condotta a seguito della sua risoluzione di abbandonare il mestiere delle armi se non fosse stato soddisfatto nelle sue richieste.

Mag.VeneziaFrancia FerraraVenetoIl provveditore generale Piero Marcello lo invia in un primo momento in Polesine. Viene invece trasferito a Vicenza e da qui trasferito alla difesa di Padova.
Giu.43 lanceVenetoAl campo di Brentelle, nei pressi di Padova.
Lug.VenetoSi reca a Venezia. Chiede un ulteriore aumento della sua condotta. Si incontra con il doge Leonardo Loredan.
Ago.43 lanceVenetoA Padova, alla rassegna della sua compagnia.
Ott.40 lanceVenetoAffianca in Polesine il provveditore generale Paolo Capello.
1511
Mar.VenetoA Venezia. Chiede una volta di più che gli sia aumentata la condotta oppure di essere lasciato libero.
Lug.47 lanceEmilia e RomagnaAffronta gli estensi sul Po. Segue il provveditore Capello in Romagna.
Sett.60 lanceOttiene il comando di 10 uomini d’arme che hanno già fatto parte della compagnia di Lucio Malvezzi, morto da poco tempo.
Nov.51 lanceVeneto

Opera nel Polesine. Colpito dalla peste rientra a Padova, prende alloggio nelle case dei Priuli a San Leonardo. Muore poco dopo. E’ sepolto nella chiesa di San Giacomo nei pressi della sua abitazione. Il feretro è portato a spalle dai suoi soldati. Sua statua in Prato della Valle a Padova.

 CITAZIONI

-“Dovico conte da san Bonifacio/ Che de nemici in guerra fa gran stratio.” CORDO

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi