LUCA SAVELLI

0
1957

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

LUCA SAVELLI  Guelfo. Signore di Civita Castellana, Tivoli e Montasola. Padre di Paolo Savelli.

  • 1390 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1344
AutunnoVicoChiesaLazioSi allea con il prefetto di Roma Giovanni di Vico nel patrimonio ai danni della Santa Sede. Viene scomunicato.
1345Umbria

Sempre con Giovanni di Vico appoggia in Orvieto i Monaldeschi della Cervara contro i Monaldeschi della Vipera, appoggiati dal rettore del Patrimonio Bernardo di Lacu.

1347
Lug. sett.Lazio

E’ fatto imprigionare da Cola di Rienzo. Liberato quando quest’ultimo è incoronato tribuno è incarcerato nuovamente in occasione di un conflitto con Giovanni di Vico. Rilasciato, a  settembre è invitato ad un banchetto nel cui corso corre il rischio di essere ucciso.

Nov.ColonnaRomaLazio

Dopo la sconfitta dei colonnesi a Porta San Lorenzo a Roma si riconcilia con lo stato della Chiesa ed è prosciolto dalla scomunica. Con Sciarretta Colonna ed il rettore del Patrimonio Bertrando di Deux si pone alla testa dei baroni ribelli a Cola di Rienzo. Preda il territorio vicino alla città con Giordano Orsini di Marino per impedirne il vettovagliamento.

Dic.lazioAffigge a Roma un manifesto contro Cola di Rienzo.
1348
Mar.Lazio

Si unisce con Giovanni Pipino d’Altamura;  costringe Cola di Rienzo a rifugiarsi prima in Castel Sant’Angelo e poi a darsi alla fuga. Nominato con Bertoldo Orsini senatore di Roma assume il titolo di capitano del popolo e dichiara decaduti i decreti del predecessore. Gli viene affidata la custodia del Campidoglio.

1351
Dic.Lazio

Con la deposizione dalla carica di senatore di Giordano Orsini entra in Campidoglio e vi cattura il vicario del papa il vescovo di Orvieto Ponzo Perotti. Roma precipita nel caos; il Savelli lascia il palazzo senatorio a dicembre allorché il popolo nomina rettore della città Giovanni Cerroni. Impaurito, si ritira nei suoi possedimenti.

1352
Sett.Lazio

Offende a Roma il rettore Giovanni Cerroni. Interviene il senatore Rinaldo Orsini che  scaccia dalla città Luca Savelli con i suoi fautori. Trascorrono pochi giorni e rientra in Roma.

1353
Ago. sett.ColonnaOrsiniLazio

Con parte degli Orsini ed i Colonna combatte gli altri Orsini in Roma. La calma ritorna con la nomina a senatore di Francesco (Schiavo) Baroncelli.

1354
Lug.lazioAcquista Civita Castellana dal signore di Viterbo Giovanni di Vico.
Ago.SavelliChiesaLazio

Non si reca a Montefiascone dove è stato convocato dal cardinale Egidio Albornoz per prestare giuramento di fedeltà allo stato della Chiesa. Dopo una  pausa dovuta all’estate viene attaccato in Civita Castellana dai pontifici di Andrea Salamoncelli.

Ott.ColonnaRomaLazio

Riprende il conflitto nei suoi confronti;  è costretto alla resa. Si consegna a Rignano Flaminio all’arcivescovo di Saragozza cui  presta il giuramento di fedeltà  richiesto. Nello stesso mese si solleva con i membri della sua famiglia ed i Colonna ai danni di Cola di Rienzo ancora nominato tribuno di Roma. Costui viene catturato dal popolo mentre sta cercando di fuggire dal suo palazzo travestito da carbonaio, è ferito e marchiato a fuoco, gli sono tagliate le mani ed è sventrato; alla fine il tribuno è condotto alle case dei Colonna per essevi impiccato.

1355
………..FirenzeToscanaViene nominato dai fiorentini capitano di parte guelfa.
………..LazioSenatore di Roma per il secondo semestre con Francesco Orsini.
1357/60Lazio

Nel dicembre 1357 conclude la pace con i pontifici. Essa avrà effetto solo nel 1360 quando si dichiara pronto a pagare il censo allo stato della Chiesa.

1361LazioOttiene in feudo Montasola.
1363
Ago.Lazio e VenetoI pontifici gli concedono per un mese un salvacondotto per potersi recare a Padova con il figlio Giovanni.
Ott.SavelliRomaLazioDepreda il contado con la compagnia di Anichino di Baumgarten ed Orso Orsini.
1366SavelliRomaLazioAssolda una compagnia di tedeschi per saccheggiare la Campagna romana.
1368
Sett.Lazio

Con il signore di Viterbo Francesco di Vico sottoscrive una tregua con i suoi avversari, Pietro e Francesco dell’Anguillara ed i figli di Giordano Orsini, Francesco e Bosio.

1370
Sett.LazioViene informato dai pontifici della tregua raggiunta tra lo stato della Chiesa e Francesco di Vico.
1371FranciaE’ inviato dagli abitanti di Roma ad Avignone per implorare il papa Gregorio XI a ritornare con la curia nella città eterna.
1373
Sett.Lazioha gravi contese con i dell’Anguillara. Deve intervenire il papa Gregorio XI.
1377
Feb.NobiliRomaLazioSi allea con Francesco di Vico ed il conte di Fondi Onorato Gaetani, che dispone da solo di 400 armati, per assalire, il Campidoglio a Roma. La ferma reazione dei membri del partito popolare costringe alla fuga gli assalitori.
1378

Mag.Lazio

Fautore della causa pontificia, congiura a Roma con il conte di Fondi ed altri 400 compagni per rovesciare il governo del popolo: il piano è sventato ed il Savelli deve allontanarsi dalla città.

1388ChiesaAntipapaLazio

Ritorna in auge con il papa Urbano VI. E’ eletto governatore di Tivoli con il titolo di conte; con le sue truppe obbliga la compagnia di Bernardo della Sala ad abbandonare il territorio.

1390Muore. Sposa Lieta da Carrara.

 CITAZIONI

-“Soldato ardito e valoroso.” LITTA

-“Assai ricordato nelle istorie delle cose romane del sec. XIV, e nella vita di Cola di Rienzo.” SCIFONI

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi