LEONE DA MONTESECCO Di Montesecco

0
2114

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1175      LEONE DA MONTESECCO  Di Montesecco. Fratello di Giovanni Battista da Montesecco.

  • 1484 (giugno)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1477
Nov. dic.ManfrediFaenzaRomagna

Combatte a fianco di Galeotto Manfredi contro Carlo Manfredi, signore di Faenza. Quest’ultimo si rinchiude nella rocca cittadina ed a dicembre è costretto alla resa.

1478
Sett. ott.ChiesaFirenzeToscanaSi segnala all’assedio di Monte San Savino.
Nov.ToscanaEntra in Monte San Savino. ne rimane alla guardia alla testa di una squadra di cavalli.
1482
Giu.ChiesaNapoliLazio

E’ nominato prefetto della guardia pontificia. Lascia Quinto con Girolamo Riario ed entra in Roma ove colloca i suoi alloggiamenti in San Giovanni in Laterano. Nello stesso mese incarcera in Castel Sant’Angelo i due cardinali Giovambattista Savelli e Giovanni Colonna, sospettati di avere congiurato ai danni di Girolamo Riario.

Ago.LazioPrende parte alla battaglia di Campomorto.
1483
……..ChiesaVenezia25 lanceEmiliaAffronta i veneziani nella guerra di Ferrara.
Sett.ChiesaC. di CastelloUmbriaA Perugia con una squadra di balestrieri a cavallo. Appoggia l’azione di Lorenzo da Castello contro Niccolò Vitelli.
Dic.UmbriaDifende con efficacia Celalba dagli assalti del Vitelli.
1484
Feb.ChiesaColonnaLazio

Fronteggia Antonello Savelli;  gli cattura 3 uomini d’arme accusati di essere stati presenti all’uccisione del bargello Grassello da Zagarolo e di avere partecipato ad alcune rapine ai danni dei viandanti. Lo stesso giorno costoro sono impiccati davanti a Santo Spirito nel borgo vicino a San Pietro.

Mag.Lazio

Il protonotario apostolico Lorenzo Colonna si impadronisce a Roma di Porta Maggiore; vi è un tentativo di composizione diplomatica che Leone da Montesecco conduce con Virginio Orsini. Al fallimento delle trattative assale le case dei Colonna. Con la cattura dell’ avversario si unisce con Antonio Conti, si spinge a Monte Cavallo per saccheggiarvi le case degli avversari; nell’incursione non sono risparmiate neppure la chiesa di San Salvatore dei Cornelli e quella di San Silvestro.

Giu.Lazio

Si trasferisce a Marino e vi assedia i colonnesi: con Paolo Orsini pone i suoi alloggiamenti a Grottaferrata nel convento dedicato alla Madonna. Anche in questo caso il luogo sacro non sfugge alle sue depredazioni. E’ assalito nottetempo dai colonnesi che  penetrano nel convento cogliendo di sorpresa i suoi uomini: Leone da Montesecco si affaccia ad una finestra per vedere cosa stia accadendo. E’ ucciso da una freccia o da un verrettone che lo coglie in fronte. Nello scontro muoiono 40 pontifici. E’ sepolto a Roma nella chiesa di Santa Maria delle Febbri.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi