LADISLAO GUINIGI Signore di Lucca

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

LADISLAO GUINIGI Di Lucca. Signore di Lucca. Genero di Rodolfo da Varano.

1404 (settembre) – 1445 ca.

Anno, mese

 

Stato. Comp. ventura

 

Avversario

 

Condotta

 

Area attività

 

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

 

……………..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ tenuto a battesimo dal re di Napoli Ladislao d’Angiò. La sua infanzie ed adolescenza si svolgono a Lucca, dove gli è data un’ educazione consona allo stato principesco ambito dal padre Paolo.
1419

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu.

 

 

 

 

 

 

 

Toscana

 

A Firenze con 60 cavalli per rendere omaggio al papa Martino V: nella città prende alloggio nella casa di Tedaldo Tedaldi.
1425

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

……………..

 

Firenze

 

Milano

 

700 cavalli

 

 

 

Il padre Paolo Guinigi si oppone alla sua condotta con i fiorentini e lo convince a passare agli stipendi del duca di Milano Filippo Maria Visconti.
……………..

 

Milano

 

Firenze

 

600 cavalli

 

 

 

 

 

1426

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug.

 

 

 

 

 

 

 

Toscana

 

Ai primi del mese esce nottetempo da Lucca per la Porta di Borgo per recarsi in Lombardia al soldo del duca di Milano. E’ segnalato a Pariana, alla testa di 500 cavalli e di 200 fanti.
1427

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Estate

 

Milano

 

Monferrato

 

 

 

Piemonte

 

Respinge nel vercellese le truppe di Rolando Pallavicini, del duca di Savoia e del marchese del Monferrato Gian Giacomo.
1428

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Apr. mag. Lombardia Si trova a Milano.
Ago.

 

Chiesa

 

Bologna

 

 

 

Romagna

 

Ad Imola.

 

Sett.

 

 

 

 

 

700 cavalli

 

Emilia

 

Staziona nel bolognese;   con i suoi cavalli si dà al saccheggio del territorio finitimo.
1429

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen.

 

Siena

 

 

 

150 lance

 

 

 

 

 

Feb.

 

 

 

 

 

 

 

Toscana

 

Si trova alla guardia di Lucca con il fratello Stefano.
1430

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…………….

 

Lucca

 

Firenze

 

1000 cavalli e 500 fanti

 

Toscana

 

Opera contro i fiorentini vittoriose sortite: i suoi uomini sono tra i primi in Italia ad essere dotati di schioppetti.
Lug. sett.

 

 

 

 

 

 

 

Toscana

e Lombardia

Affianca Francesco  Sforza in Val di Nievole;    assale  Pescia alla cui difesa si trovano Paolo da Diacceto e Giovanni Malavolti. Si accampa tra la Porta Reale e la Porta Vecchia;  sono respinti cinque suoi furiosi attacchi alla  località. Ad agosto, sempre con lo Sforza si impadronisce di Buggiano e Stigliano (data alle fiamme). Rientra a Lucca e si attenda a Sant’ Alessio, al di là del Serchio verso la città. Negli stessi giorni vi è una rivolta di palazzo ordita da Antonio Petrucci, cui partecipa anche lo Sforza: ad un segnale convenuto il Guinigi viene arrestato, mentre sta dormendo nel suo padiglione al campo di Sant’Alessio, da Pietro Navarrino. E’ consegnato allo Sforza. Viene condotto con il padre Paolo a Milano da Filippo Maria Visconti ed è rinchiuso nei Forni di Monza con il fratello Stefano.
1438

 

 

 

 

 

 

 

Piemonte

 

Liberato, si rifugia a Gavi presso il cognato Battista Campofregoso.
1443/1444

 

 

 

 

 

 

 

Toscana

 

Cerca di impadronirsi della signoria di Lucca con l’aiuto del fuoriuscito pisano Battista Maggiolini  residente nella città. La congiura è scoperta. Stesso risultato avrà un analogo tentativo esperito più tardi nel 1445.
1445

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Muore. Nell’agosto 1420 sposa Maria da Varano, figlia di Gentile, mentre il padre, sempre nello stesso giorno, convola a nozze con Iacopa Trinci.

 

CITAZIONI

“Huomo assae valente.” G. DI M. PEDRINO

Fonte immagine: wikipedia

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email