GUIZZARDO RIMINALDO Di Ferrara

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Condottieri di ventura

1612      GUIZZARDO RIMINALDO  Di Ferrara.

+ 1505 ca.

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

……..  

 

 

 

 

 

Emilia

 

La sua carriera si svolge tutta alla corte estense. Prima scudiero, nel 1476 è segnalato come uomo d’arme.

1480 Lug. Ferrara  

 

 

 

Emilia

Assiste in Ferrara ad una grande giostra che si svolge nella piazza. Con Scipione d’ Este e Sigismondo d’Este ha il compito di presentare i concorrenti.

1483  

 

 

 

 

 

 

 

Gen. Ferrara Venezia  

 

Emilia

Preposto alla guardia di Ferrara con i suoi balestrieri a cavallo, si muove in perlustrazione verso il Barco allorché sette stradiotti,  già disertori dalle file nemiche, fanno ritorno al campo della Serenissima dopo avere ricevuto la paga.

1484  

 

 

 

 

 

 

 

Apr.  

 

 

 

 

 

Emilia

Milita come caposquadra nella compagnia dei balestrieri a cavallo di Ercole d’Este. Sorprende a Cocomaro di Cona 40 fanti veneziani giunti a rubare nelle case vuote. Costoro sono catturati e giustiziati: tredici teste sono poste sulle lance dei suoi cavalli leggeri come rappresaglia di altrettanti impiccagioni effettuate dai veneziani a spese di soldati estensi sorpresi a saccheggiare a Massafiscaglia ed a Codigoro. I cadaveri sono gettati nel Po dal momento che i preti non li vogliono seppellire in terra consacrata perché  ritenuti scomunicati.

1487  

 

 

 

 

 

 

 

Feb.  

 

 

 

 

 

Emilia

A fine mese uccide a Ferrara Giovanni Delai, colpevole di essere amico di un suo nemico personale. Ercole d’Este lo fa rinchiudere in Castelvecchio per essere giudicato dal podestà. E’ liberato nel successivo aprile allorché la condanna a morte  gli viene commutata in una pena pecuniaria, 600 lire da corrispondere al Comune, 100 lire al padre dell’ucciso.

1493  

 

 

 

 

 

 

 

Feb.  

 

 

 

 

 

Emilia

Partecipa ad una  giostra organizzata in Ferrara per l’arrivo del duca di Milano Ludovico Sforza.

1494  

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Emilia

Nasce una grande rissa tra i soldati della sua compagnia che sorvegliano la piazza e le guardie del bargello. Ercole d’Este gli ordina di incarcerare un nipote del bargello causa dei disordini. I soldati di quest’ultimo si oppongono; un balestriere cerca anzi di colpire il Riminaldo con la sua arma. Egli gli lancia contro la sua partigiana e lo uccide; viene catturato il ricercato, altri sediziosi sono feriti.

1502  

 

 

 

 

 

 

 

Feb.  

 

 

 

 

 

Emilia

Ha l’incarico di mantenere l’ordine pubblico in città. E’ catturato nel Palazzo Schifanoia un ladro che si è nascosto sotto il letto di uno spagnolo cui ha rubato in precedenza una collana d’oro. Il Riminaldo lo fa impiccare all’angolo della piazza su ordine del duca di Ferrara.

1503  

 

 

 

 

 

 

 

Mar. Francia Spagna 100 lance e 100 cavalli leggeri Lombardia Campania

Viene inviato a Mantova con Galeazzo dal Sale al comando di 100 uomini d’arme (300 cavalli) e di 100 balestrieri a cavallo per combattere gli spagnoli nel regno di Napoli a favore dei francesi. Segue Francesco Gonzaga in Campania.

Dic.  

 

 

 

 

 

Campania

Partecipa alla battaglia del Garigliano.

1505  

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

CITAZIONI

Con Barone da Civitella “Due figure appartenenti a quella categoria di uomini di comando o di famiglie che hanno raggiunto il loro apice all’interno della corte (estense) per la loro vicinanza a questa, piuttosto che per appartenenze a famiglie nobiliari di lungo corso… Noto soprattutto per le gesta sue e dei suoi balestrieri, non sempre encomiabili.” GUERRA

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email