GUGLIELMO SCANNACCI

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1753      GUGLIELMO SCANNACCI  (Guglielmo Scannabecchi, Guglielmo Cavazio, Guglielmo Caracci) Di Bologna. Ghibellino.

+ 1341

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1329  

 

 

 

 

 

 

 

Lug. Verona  

 

 

 

Veneto

Viene inviato da Alberto della Scala come podestà a Conegliano appena pervenuta in potere degli scaligeri.

1332  

 

 

 

 

 

 

 

Dic. Verona Chiesa Impero  

 

Emilia

E’ catturato dalle milizie di Carlo di Boemia e del cardinale legato Bertrando del Poggetto a San Felice sul Panaro.

1335  

 

 

 

 

 

 

 

Nov.  

 

 

 

 

 

Toscana

A Lucca con 500 cavalli per conto di Mastino della Scala. E’ nominato luogotenente della città.  Ricoprirà l’incarico fino al marzo dell’anno successivo.

1336  

 

 

 

 

 

 

 

Mag.  

 

 

 

 

 

Toscana

Gli è rinnovato l’incarico di podestà a Lucca fino a  settembre.

1337  

 

 

 

 

 

Toscana

Sempre a Lucca come capitano di guerra.

1338  

 

 

 

 

 

Toscana

E’ eletto capitano generale a Lucca: nel triennio ha mutato in sostanza titolo e qualità  rimanendo sempre uno dei principali strumenti operativi del dominio scaligero nella città.

1341  

 

 

 

 

 

 

 

Feb. Verona Pisa  

 

Toscana

Scopre una congiura a favore di Francesco Castracani e dei pisani; ne cattura i colpevoli (Ritrilla degli Uberti ed altri tredici cittadini).

Apr.  

 

 

 

 

 

Toscana

Assale Francesco Castracani in Garfagnana con 500 cavalli tra italiani e tedeschi distribuiti in tredici bandiere. Si impadronisce di molti castelli e  mette il rivale in difficoltà. Secondo gli accordi intervenuti tra scaligeri e fiorentini consegna Lucca a Giovanni dei  Medici.

Ago.  

 

 

 

 

 

Toscana

E’ assediato in Lucca dai pisani con Ciupo Scolari, Frignano da Sesso e Benedetto Tedesco. Presto viene richiamato da Mastino della Scala perché favorevole ad un accordo con gli avversari. Nello stesso anno è coinvolto in un’aspra controversia con Luchino dal Verme per le terre di Baldaria, Pussana e Cologna Veneta, venute in possesso di quest’ultimo per avere  sposato Iacopa, figlia di Bonetto da Malvicina.

………  

 

 

 

 

 

 

 

Muore probabilmente nello stesso anno.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email