GIROLAMO DA NAPOLI

0
1693

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

GIROLAMO DA NAPOLI

  • 1512 (agosto)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1509
Ago.VeneziaFrancia250 fantiVenetoE’ segnalato alla difesa di Padova.
………….VeneziaNel veronese.
1510
Gen.135 fantiVeneto
Apr.FranciaVeneziaVeneto e Emilia

Lascia il campo di San Bonifacio. Propala la voce di recarsi a Padova ed a Venezia: si trasferisce, viceversa, a Bologna per defezionare nel campo francese.

Mag.500 fantiEmilia e Veneto

Staziona nel ferrarese. Attacca Monselice; è respinto dalle artiglierie riportando qualche perdita. Si sposta  a Montagnana e cerca di subornare alcuni fanti veneziani.

Giu.FranciaVenezia ChiesaVenetoGiunge a Minerbe. Promette allo Chaumont una rapida conquista di Padova.
Lug.100 fantiVeneto e Lombardia

A Montagnana con soli 100 fanti: molti soldati hanno infatti disertato dalle sue compagnie. Giunge a Legnago ed abbandona la città  presidiata dagli estensi; tocca Peschiera del Garda. Si trasferisce in Lombardia al seguito di Ivo di Allègre.

Ago.Emilia

Si avvia nel ferrarese alla difesa della bastia del Zaniolo/Genivolo assalita dai pontifici: un  caposquadra della sua compagnia diserta con 60 fanti nel campo avverso.

Nov.EmiliaE’ licenziato a Parma a seguito di una rissa tra fanti italiani e guasconi che vede rimanere sul terreno un fante italiano e 8/10 fanti francesi.
1511
…………..FranciaVenezia500 fantiVeneto
Nov.FranciaVenezia500 fantiVenetoE’ sospettato dai francesi di avere ai suoi ordini solo la metà degli uomini di cui riceve il soldo.
1512
Feb.500 fantiVenetoAlla difesa di Verona.
Mar.EmiliaA Parma per congiungersi con l’esercito francese.
Mag.VeronaIl suo campo di azione è ora il veronese. E’ sfidato a duello dal capitano veneziano Sebastiano del Manzino.
Giu.LombardiaGli svizzeri conquistano Valeggio sul Mincio. Girolamo da Napoli è costretto a rinchiudersi nella rocca di Rivoltella dove è assediato dai  veneziani. E’ costretto ad abbandonare tale località per muoversi verso Pavia.
Ago.200 fantiLombardia

E’ assediato in Crema da Renzo di Ceri. Nella città entra in contrasto con Benedetto Crivelli: è contrario alla resa perché i veneziani hanno posto una taglia sulla sua testa per la precedente diserzione. Cerca di mettere in cattiva luce il Crivelli presso il governatore francese della città, il Durazzo. Sospettato a sua volta di tradimento, il Crivelli gli fa sparare un colpo di archibugio e spaccare il cranio da due suoi alabardieri durante un’ispezione alla Porta Nuova di Crema.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi