GIOVANNI DA DERUTA

0
1974

Condottieri di ventura

0594      GIOVANNI DA DERUTA

  • 1455 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attivitàAzioni intraprese ed altri fatti salienti
1424
Gen.NapoliRe d’AragonaAbruzzi

Viene inviato in soccorso di L’Aquila con Antonello di San Paolo e Cristoforo da Certaldo. E’ sconfitto e catturato a Stiffe dalle truppe di Braccio di Montone.

1428
Feb.VeneziaMilanoLombardia

E’ spedito dal Carmagnola, con altri capitani (700 fanti), nei monti del bresciano. Entra nel bergamasco, si impadronisce della Valsassina, della Val Camonica, della Val Brembana, della Val Seriana; occupa Vertova e Trescore Balneario; costruisce una bastia vicino a Bergamo allo sbocco della Valle di San Martino. Preposto alla guardia della bastia, vi è assalito e fatto prigioniero da Angelo della Pergola e da Niccolò Piccinino. E’ liberato dopo qualche tempo.

1452
Nov.VeneziaMilanoLombardia

Combatte le milizie del duca di MIlano Francesco Sforza. Segue Tiberto Brandolini verso Asola per sventare una manovra congiunta di sforzeschi e gonzagheschi ai danni della città. Viene sconfitto nelle vicinanze da Bartolomeo Colleoni.

1455

Muore.

 CITAZIONI

-A Stiffe. “Fo prescione Antonello Sancto Polio,/ Et fonce quil Johanny de Deruta,/ Cristofano de Ciraldo non fo soliu,/ Mult’altri, che, lla rotta gran à ‘vuta,/ Foro menaty presto fra lo stoliu,/ Non ricontando la roba perduta.” VALENTINI

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi