GIOVANNI DA BUSCARETO

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

GIOVANNI DA BUSCARETO  Conte. Signore di Belvedere Ostrense, presso Jesi, Corinaldo ed Ostra Vetere. Figlio di Niccolò.

+ 1410 ca.

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1360
Lug. Milano Chiesa Marche Con il padre Niccolò ed il fratello Sforza si ribella ai pontifici. Solleva Montenovo (Ostra Vetere) e Corinaldo.
Ago. Marche Il cardinale Albornoz lascia Ancona. A metà agosto Galeotto Malatesta si impadronisce di Corinaldo che viene rasa al suolo; stessa sorte tocca al castello di Buscareto. Negli stessi giorni si arrende anche Montenovo, distrutta parzialmente dagli avversari.
Dic. Marche E’ messo al bando dalla curia pontificia.
1361  

 

Marche

Raccoglie attorno a Jesi un grande numero di cavalli. Il cardinale Albornoz pone una taglia sulla sua testa e gli invia contro Blasco di Belviso. Battuto, è fatto prigioniero.  Sarà rinchiuso per molti anni nella rocca di Ancona.

1376
Feb. Firenze Chiesa Marche Aderisce alla lega fiorentina contro lo stato della Chiesa nella guerra degli Otto Santi. Recupera Montenovo.
………….. Marche Viene nuovamente catturato dai pontifici.
1379  

 

 

 

 

 

 

 

 
…………..  

 

 

 

 

 

Marche

E’ liberato.

Ott.  

 

 

 

 

 

Marche

E’ dichiarato proprio aderente dai Montefeltro.

1384
Mag. Marche E’ segnalato a Montenovo. Il comune di Montenovo riconosce Giovanni, Sforza e Bisaccione da Buscareto come propri podestà, sia di tale centro come di altre terre finitime per conto dei pontifici. Il papa Urbano VI ignora tale fatto e comunica agli abitanti di Corinaldo, Montenovo e Mondolfo che il governo delle loro terre sarebbe stato affidato al nobile Francesco da Capua. L’ordine viene ignorato.
………….. Marche Entra in conflitto con il cugino Bisaccione. Nella vertenza è sostenuto da Antonio da Montefeltro.
1387 Marche Fa ricostruire il castello di Buscareto.
1390
Mag. Marche Per effetto della pacificazione generale raggiunta nella Marca e di alcuni servizi prestati alla Santa Sede Giovanni da Buscareto è assolto da tutte le condanne e censure precedenti; è investito con il fratello Sforza dei vicariati di Montenovo e di Belvedere Ostrense e del castello di Buscareto. A maggio è nominato conte di Montenovo con il fratello.
1391  

 

 

 

 

 

 

 

 
Mag.  

 

 

 

 

 

Marche

Ricopre l’incarico di podestà a Montenovo.

1392
Mar. Ancona Chiesa Marche Milita nella compagnia di Azzo da Castello contro il rettore della Marca Andrea Tomacelli. Ad Ancona, per presentare le condizioni della condotta da parte del suo capitano.
1394  

 

 

 

 

 

Marche

Si impossessa del castello di Belvedere Ostrense.

1398  

 

 

 

 

 

 

 

 
………….. Bologna Forlì  

 

Emilia

Fonda con Bartolomeo Gonzaga la “Compagnia della Rosa”, forte di 1000 cavalli e di altrettanti fanti. Alla testa di 300 lance si trova alla difesa di Bologna contro Pino Ordelaffi.

………….. Comp. ventura Forlì  

 

Romagna

Licenziato, depreda il forlivese con Bartolomeo Gonzaga.

Dic.  

 

 

 

 

 

Romagna

Sconfitto sul fiume Ronco da Pino Ordelaffi, è obbligato a riparare nelle Marche.

1399  

 

 

 

 

 

 

 

 
…………..  

 

 

 

 

 

Umbria

Vaga per l’Umbria.

Ago. Bologna Comp. ventura  

 

Emilia

Sorprende e batte a Spilamberto Giovanni da Barbiano che viene catturato.

1402 Firenze Milano  

 

Emilia

E’ inviato alla difesa di Bologna.

1404 Siena  

 

 

 

Toscana  
1405 Pisa  

 

 

 

Toscana

Ottiene in pegno il castello di Santa Maria a Monte a fronte di un suo credito.

1406 Firenze Pisa  

 

Toscana  
1410 Angiò  

 

 

 

 

 

Milita al servizio di Luigi d’Angiò. Muore probabilmente nello stesso anno.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleGIOVANNI DA BIRAGO
Next articleGIOVANNI DA BARBIANO
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email