GILBERTO DI SANTILLA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1705      GILBERTO DI SANTILLA  (Giliberto Scintilli, Gilberto di Centelles)) Catalano.

+ 1320 ca.

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

……………  

 

 

 

 

 

 

 

Si dedica oltre che al mestiere delle armi anche al commercio del legname.

1309 Napoli Ghibellini  

 

Romagna  
1311  

 

 

 

 

 

 

 

 
Lug. Napoli Impero Toscana

Romagna

Raggiunge Firenze con 200 cavalli catalani e 500 mugaveri (fanti armati di giavellotto). E’ nominato conte di Romagna al posto del più conciliante Nicola Caracciolo. Appena giunto a Forlì con l’aiuto di Diego della Ratta fa spianare i fossati cittadini ed ordina l’incarceramento di alcuni  ghibellini (Scarpetta, Pino e Bartolomeo Ordelaffi) e di alcuni guelfi come Fulceri da Calboli, e Marchese e Nerio degli Orgogliosi). I guelfi sono presto rilasciati mentre i ghibellini rimangono in carcere.
1312
Apr. Romagna Fa liberare dalla prigione Scarpetta Ordelaffi con tutti i suoi fautori. Gli Ordelaffi ne approfittano per attaccare i guelfi Orgogliosi e ne hanno la meglio senza che Gilberto di Santilla sia in grado di intervenire. Il re di Napoli Roberto d’Angiò gli invia numerosi soldati per risolvere la situazione.
……….. Romagna Gli succede nella carica di conte di Romagna  Niccolò di Rainone.
1313  

 

 

 

 

 

 

 

 
Gen.  

 

 

 

 

 

Toscana

Mette in fuga gli imperiali presso Colle di Val d’Elsa.

Mar. Rimini Malatesta  

 

Romagna

Con Bernardino da Polenta coadiuva Malatestino Malatesta ai danni dei Malatesta da Sogliano. Assedia questi ultimi nel loro castello con undici trabucchi.

Mag. Giu.  

 

 

 

 

 

Romagna

Invia alcuni uomini alla difesa di Roma;  prosegue nelle operazioni di assedio del castello dei Malatesta da Sogliano. La campagna si conclude a fine giugno dopo tre mesi. Il castello è distrutto dalle fondamenta.

…………. Romagna Tenta di catturare Cecco Ordelaffi; l’avversario riesce a sottrarsi all’ insidia. Gilberto di Santilla incarcera alcuni membri delle famiglie Calboli ed Orgogliosi, li libera e dà il potere di governare Forlì a Marchese ed Orgoglioso degli Orgogliosi cercando di mettere i rivali gli uni contro gli altri. I Calboli si ribellano a tale scelta, escono dalla città e si rifugiano nei loro castelli (Predappio, Pietra dal Moro, Rocca d’Elmici e Petrignano).
1314  

 

 

 

 

 

 

 

 
Nov. Napoli Faenza Imola Cesena  

 

Romagna

Staziona nel ravennate;  gli sono inviati rinforzi dal duca di Calabria Carlo d’Angiò; Francesco Manfredi impedisce che tali forze possano entrare in Faenza ed in Imola;  le due città si ribellano ai pontifici. Il Santilla vieta a Lamberto ed a Bannino da Polenta di entrare in Ravenna a causa dell’  appoggio  offerto a Francesco Manfredi. Raccoglie 500 cavalli e 10000 fanti ed invia Simone di Belloc in soccorso degli Orgogliosi attaccati in Forlì dai Calboli. Gli avversari sono respinti.

1315  

 

 

 

 

 

 

 

 
……………  

 

 

 

 

 

Romagna

E’ scacciato da Cesena dagli abitanti e dal podestà Guido Novello da Polenta; riordina le sue genti, si unisce con Guido da Valbona ed altri fuoriusciti e piomba sulla città. Respinto, si ritira nel vicino castello di Ronta; assalito a sua volta, deve ripiegare a Castrocaro Terme.

Sett.  

 

 

 

 

 

Romagna

Alla notizia che gli Ordelaffi ed i Calboli sono rientrati in Forlì muove verso la città per prestare soccorso agli Orgogliosi. Il tentativo di penetrarvi va a vuoto perchè davanti alla porta cittadina non ha il coraggio di contrastare il popolo in armi. Non può fare altro che rientrare a Castrocaro Terme mentre gli Orgogliosi devono abbandonare Forlì.

1316  

 

 

 

 

 

Romagna

E’ sostituito da Diego della Ratta nel suo incarico di rettore della Romagna.

1320  

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

 CITAZIONI

“Un uomo privo di scrupoli.” SPADA

“Vicario crudeli e maligno con un grande exercito de gente.” COBELLI

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email