GETA RENESSI Albanese

0
821

 

GETA RENESSI Albanese. Padre di Teodoro, fratello di Condo.

+ 1535 ca.

Anno, mese

 

Stato, Comp. ventura

 

Avversario

 

Condotta

 

Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1509

 

Gen.

 

Venezia

 

Grecia

 

Di stanza a Creta gli è concessa una provvigione mensile di 4 ducati per quattro paghe l’anno.

1510

 

Gen.

 

Venezia

 

Impero

 

Slovenia

 

Si trova nei pressi di Capodistria per contrastare gli imperiali.

Giu.

 

29 stradiotti

 

E’ uno dei pochi capitani di stradiotti in grado di cavalcare contro gli avversari. Ha il comando di 29 cavalli leggeri.

Lug.

 

Slovenia

 

Chiede un salvacondotto per il nipote Niccolò Musacchio bandito da Malvasia.

Ago.

 

Slovenia

 

Si rifiuta di affrontare gli avversari. E’ biasimato dal provveditore Andrea Civran perché il Renessi non ha voluto affiancarlo in un’ azione volta alla cattura del castellano di Castelnuovo, nei pressi di Capodistria, uscito fuori da tale fortezza. Il Renessi chiede  licenza di abbandonare l’esercito veneziano perché da mesi non gli sono corrisposte le dovute spettanze.
Sett.

 

Venezia

 

Ferrara Francia

 

50 stradiotti

 

Slovenia e Veneto

 

Convocato a Venezia è invitato a restituire dieci corazzine. Lascia  l’Istria e giunge al Lido (Venezia). Si reca nel Collegio dei Pregadi dove il doge Alvise Loredan lo rimprovera aspramente. Ricevuta una paga è inviato al campo nel Polesine.

Ott.

 

30 stradiotti

 

Veneto

 

Si unisce con 30 stradiotti alle truppe del provveditore generale Paolo Capello.

1511

 

………

 

Romagna

 

Opera in Romagna con i pontifici.

Lug.

 

31 stradiotti

 

Veneto

 

Si trasferisce nel veronese al seguito del Capello.

1530

 

Giu.

 

Il Senato gli conferma la provvigione mensile di 5 ducati.

1535

 

Muore.

NESSUNA CITAZIONE

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email