GERARDO TERZI Signore di Torricella

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

GERARDO TERZI  Signore di Torricella, Gramignazzo, Coltaro e Trecasali.

+ 1455

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1438 Milano Venezia  

 

Lombardia

Contrasta i veneziani nel bresciano.

1439  

 

 

 

 

 

 

 

 
Gen.  

 

 

 

 

 

Lombardia

E’ sconfitto e fatto prigioniero nella battaglia di Toscolano-Maderno; viene condotto con Niccolò Terzi e Donnino da Parma prima a Toscolano-Maderno e poi a Brescia. Si riscatta mediante il pagamento di una taglia.

Nov.  

 

 

 

 

 

Trentino

E’ nuovamente battuto e catturato a Tenno: dopo lo scontro è rinchiuso a Venezia  nel carcere della Torricella.

1440  

 

 

 

 

 

 

 

 
Nov.  

 

 

 

 

 

Emilia

Con il fratello Beltramino ottiene in feudo dal duca di Milano Filippo Maria Visconti  Torricella con le vicine località di Gramignazzo, Coltaro, Trecasali e Palerone.

1441  

 

 

 

 

 

 

 

 
Giu.  

 

 

 

 

 

Romagna

E’ inviato dai ducali a Forlì presso il signore della città Antonio Ordelaffi.

1444  

 

 

 

 

 

 

 

 
Giu. Chiesa Sforza  

 

Marche

Fronteggia le truppe di Francesco Sforza. E’ segnalato a Recanati.

1447  

 

 

 

 

 

 

 

 
Dic. Venezia Milano  

 

Lombardia ed Emilia

Si accorda con i veneziani ai danni della Repubblica Ambrosiana. Giunge a Casalmaggiore; si reca a Ferrara e tratta con Leonello d’Este la consegna di Parma e Piacenza. Al riguardo si incontra con il congiunto Niccolò Terzi.

1448  

 

 

 

 

 

 

 

 
Apr.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Affronta i milanesi della Repubblica Ambrosiana.

……… Milano Sforza Venezia  

 

Emilia

Appoggia Jacopo Piccinino contro lo Sforza.

1450  

 

 

 

 

 

 

 

 
Gen.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Con altri sei capisquadra, tra i quali si notano Luchino Palmeri e Conticino da Carpi, si fa promotore di un riavvicinamento allo Sforza:  tiene informato l’avversario sui movimenti di Jacopo Piccinino. Lo Sforza invia otto squadre di cavalli agli ordini di Giacomo di Salerno per catturare il capitano milanese; Luchino Palmeri è però trattenuto e Gerardo Terzi, con gli altri complici, non ha il coraggio di eseguire l’ obiettivo.

1455  

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email