GENTILE ORSINI Conte

0
713
Print Friendly, PDF & Email

Condottieri di ventura

1295       GENTILE ORSINI  Conte. Signore di Sovana, Pitigliano, Manciano e Sorano. Cugino di Paolo, figlio di Bertoldo, fratello di Niccolò, padre di Orso.

                 + 1434 (agosto)

Anno, mese

Stato. Comp. ventura

Avversario

Condotta

Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1400          
Ott. Chiesa Ribelli   Marche Viene inviato dal papa Bonifacio IX a combattere nelle Marche i locali ribelli allo stato della Chiesa. Nell’azione affianca i cugini Paolo, Giovanni e Poncello.

1403

 

 

 

 

 

 

Umbria

Alla morte del pontefice rientra in Orvieto con Ranuccio Farnese.

1414

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug.

 

 

 

 

 

 

 

 

Viene compreso tra i collegati di Paolo Orsini nella pace stipulata tra il re di Napoli Ladislao d’Angiò e l’antipapa Giovanni XXIII.

Lug.

 

 

 

 

 

 

Toscana

Lascia Roma per recarsi a Siena.

Ago.

 

 

 

 

 

 

Emilia

A Bologna.

Sett.

 

 

 

 

 

 

Lazio

Con la nomina a conservatore di Roma di Pietro Macuzzi entra in Roma con Francesco Orsini ed altri baroni: difende il Macuzzi dalle minacce dei Colonna e da quelle di Muzio Attendolo Sforza.

1423

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ott.

Firenze

Milano

30 cavalli

Romagna

Lascia Oriolo (Riolo Terme) per raggiungere a Forlimpopoli Jacopo Orsini;  con 30 cavalli si unisce alla  compagnia di quest’ultimo.

Nov.

 

 

 

 

 

 

Romagna

Ottiene con Rinaldo di Provenza il comando degli uomini d’arme di Jacopo Orsini.

1424

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug.

 

 

 

 

 

 

Romagna

E’ sconfitto e fatto prigioniero dai viscontei nella battaglia di Zagonara.

…………..

Venezia

Milano

 

 

 

 

 

 

1429

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mag.

 

 

 

 

 

 

 

 

Rinnova la propria condotta con i veneziani per sei mesi di ferma e sei di rispetto.

1431

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…………..

Pitigliano

Siena

 

 

Toscana

I suoi domini sono invasi dalle milizie di Niccolò Piccinino. I senesi gli tolgono il castello di Selvena; gli si ribella Sovana. Accorre subito e costringe la località ad arrenderglisi. Si allea con i fiorentini: esce con le sue schiere da Sovana ed attacca gli avversari che si sono accampati nella Valle dell’Inferno. Dopo uno scontro incerto la notte seguente è raggiunto da Bartolomeo da Gualdo che attacca i senesi alle spalle ed ancora in preda al sonno; interviene anche Gentile Orsini. Gli avversari sono disfatti.

Lug. ago.

 

 

 

 

 

 

 

Toscana

 

Recupera Fiano Romano, Morlupo Filacciano e Monte Guardia, località tutte perse in precedenza.

1433

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Feb.

 

 

 

 

 

 

Toscana

E’ ricevuto in accomandigia dai fiorentini.

Mag.

 

 

 

 

 

 

Lazio

Si reca a Roma; presenzia in San Pietro alla cerimonia dell’ incoronazione ad imperatore di Sigismondo d’Ungheria; pone a quest’ ultimo sul capo la terza corona.

1434

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…………..

Firenze

 

 

 

 

 

 

 

 

Ago.

 

 

 

 

 

 

Toscana

Apprende che i senesi tramano per rioccupare Sovana. Entra alla  guardia della località. Al tramonto i congiurati irrompono in Sovana  sorprendendolo:   è ucciso da un contadino con un colpo di spiedo.

 CITAZIONE

“Non aveva riguardo ad alcuno e tutti insolentemente trattava.” BRUSCALUPI